José Miguel scrive per noi il seguente indirizzo e-mail: “Ho visto una serie di catene di whatsapp, in cui si afferma che le mascherine chirurgiche sono state ‘reversibile’, quindi qualcosa di simile: “il verde è il filtro, mettere verso il lato che si desidera proteggere’ in un modo che avrebbe messo il verde rivolto verso l’esterno, se siete infetti e verso se stessi, se è per proteggere dall’infezione. Capisco che si tratta di una bufala, ma io sono un medico residente e sono stato sorpreso dal dibattito che ha generato questa stringa è tra i miei colleghi medici: nessuno, nemmeno l’intervento chirurgico, ma so per certo che questo lato di quel luogo. In breve: C’è una differenza tra di loro su un lato e l’altro? se sì, qual è la differenza? sul lato dovrebbero essere utilizzati?”.

In un momento in cui la carenza di approvvigionamento causati dalla rottura delle linee di distribuzione implica la necessità di ri-uso e l’uso di maschere con filtro FFP2, nonché l’obbligo dell’uso intensivo delle maschere chirurgiche, è normale che la confusione ci rende sensibili a certe voci che eseguire su internet, come la nomina del nostro partner, e che può essere riassunto nella seguente immagine:

A questo proposito, come abbiamo spiegato nell’articolo Maschere contro il coronavirus: che cosa proteggere, cosa no e come usarlidi solito in sala operatoria e nel trattamento post-operatorio, nonché nei casi di epidemie non così pressante, è utilizzato solo una volta e gettato nel cestino dei rifiuti, perché così indica il protocollo di sicurezza. Ora, in questo tempo di penuria, il personale infermieristico è costretto ad utilizzare e riciclare le maschere chirurgiche in una situazione senza precedenti.

Questo porta a delle domande che a volte sembrano un po ‘ assurde, ma a causa dell’insicurezza che ci travolge tutti. E lo stesso può essere applicato per la cura personale, cura della salute, ne vale la pena per tutti noi, che possiamo utilizzare le maschere che siamo in grado di sulla strada. C’è una differenza tra l’uso di un lato e dell’altro, come la domanda di José Miguel?

Una bufala in qualsiasi regola

La risposta è reperibile sul sito dell’agenzia Sensar (spagnolo del Sistema di Notifica per la Sicurezza in Anestesia e Rianimazione), che echi della voce che ci espone José Miguel e ci espone al testo:

“Informazioni di interesse che stanno dando il epidemiologos dell’istituto clinico San Carlos: Come sapete, le maschere chirurgiche servire per proteggere il paziente, in modo che si smetta di inquinare il campo. Che è il motivo per cui sono posizionati con la parte bianca verso l’interno, perché il blu è il filtro che consente alle particelle di rimanere in maschera. Essi si propongono di mettere la maschera a testa in giù, cioè con il blu verso l’interno, per cercare di proteggere se stessi e il filtro per evitare che ci entrino le particelle. Se abbiamo intenzione di essere in contatto con qualcuno sospetta o confermata, e non hanno la maschera di filtro approvato, se ci metti 2 mascherine chirurgiche (il primo con il blu verso l’interno, e la seconda con il blu verso l’esterno) si ottiene un effetto simile a quello delle maschere con filtro”.

Da Sensar per far capire che l’informazione è una bufalae per fare questo, fare riferimento al Docente Andrés Santiago, Presidente dell’Unità Funzionale di Gestione dei Rischi per la Salute nell’Ospedale Clinico San Carlos, che ha negato che tali informazioni provengono dal centro, quindi non è consigliabile seguire le istruzioni della catena di whatsapp.

Perché il filtro deve sempre uscire

Come spiegato in questa pagina del dipartimento Salute della Regione di Murciale maschere chirurgiche -a differenza della carta, che sono solo per uso singolo e non può essere riciclato perché l’essere di cellulosa non permettono di essere lavato, e devono essere utilizzati in modo tale da proteggere adeguatamente i pazienti. In questo senso, dr. Lorenzo Armenteros, un portavoce della Società spagnola di medicina Generale e di Famiglia (SEMG), spiega che “in nessun caso i volti delle maschere devono essere invertiti.

“Le maschere chirurgiche solo proteggere da dentro e fuori. Questo è dovuto alla struttura a tre strati: esterno, o colorato, è un repellente strato di fluido, ma di poco effetto; la parte centrale, di cellulosa più compatta, è una barriera, un piccolo filtro contro i batteri, infine, lo strato interno o il bianco è quello che assorbe le sostanze”, continua il dottor. Armenteros, il quale aggiunge che “il modo corretto per inserire è: la parte colorata, verde o blu, verso l’esterno e bianco all’interno“.

“Luogo-repellente livello di liquido all’interno e con l’assorbente esterno non hanno alcun senso”, dichiarazione del portavoce della SEMG. Protegge anche contro gli agenti esterni: “queste maschere non hanno filtri microparticelle che impediscono la circolazione del virus dall’esternouna protezione che solo le maschere filtro FFP2 o FFP3, in modo che la mancanza di tale effetto, per noi il posto a testa in giù”.

“È più”, ha continuato il dottore: “indossare un intervento chirurgico alla testa in giù può essere controproducente: lo strato assorbente in grado di assorbire anche le gocce con il virus presente nell’ambiente. Inoltre, le cuciture non si adattano bene al viso, e ci avrebbe lasciato un buco più grande”.

Né è efficace per indossare due mascherine chirurgiche

Chiesto se serve a qualcosa da indossare due mascherine chirurgiche, uno sopra l’altro, Armenteros dice di no: “per più di messi uno sopra l’altro, non sono mai intenzione di convertire in una maschera di filtro, FFP2 o FFP3; semplicemente, ci metterà più maschere, ma l’effetto barriera sarà sempre da dentro e fuori: evitare che le goccioline con il virus uscire, ma continuare a proteggere l’ambiente, perché non hanno il filtro che impedisce l’assorbimento di microrganismi dall’esterno”.

Non funziona ottenere una di destra e l’altra a testa in giù, come consigliato nel messaggio da whatsapp che di cui ci Jose Miguel: “non c’è analisi tecnica o conoscenza, che giustifichi il fatto che l’uso di due mascherine chirurgiche, o una maschera chirurgica a testa in giù (con la strato colorato all’interno), per proteggere l’ambiente; la mancanza di filtro di protezione dall’esterno verso l’interno, è impossibile realizzare il lavoro.”

Tuttavia, infine, il medico Armenteros espone un’eccezione: “dal momento che le maschere FFP2 o FFP3 non deve essere utilizzato per più di cinque giorni, sì, noi possiamo (e così è stato fatto in molti centri di salute), luogo di un intervento chirurgico sulla cima di una maschera, filtro FFP2 o FFP3. In questo modo, allungare un po ‘la vita utile della parte esterna della maschera con il filtro, e proteggere l’ambiente per un tempo più lungo”. Sì, la maschera chirurgica è quello di lanciare, dopo ogni utilizzo, in quanto non sono riutilizzabili.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter