Giovanni, un partner della rivista.èabbiamo chiesto le seguenti: “sarebbe interessante pubblicare qualcosa circa la curcuma, come suggerisce come un’alternativa ad alcuni farmaci.”

La curcuma è una pianta i cui rizomi di estratto secco in polvere di colore giallo-arancio, forse, la specie più diffusa nel sud-est asiatico e il subcontinente indiano, con i suoi colori caratteristici e legati alle tonalità delle vesti dei monaci buddisti. Anche con il suo particolare aroma, che permea tutti i tipi di piatti a base di curry e preparati da pranzo. Si potrebbe dire che il colore della curcuma è il colore del buddisti dell’asia.

In Spagna, la polvere di radice di curcuma-comunemente noto come la curcuma e la curcumina – è poco conosciuto, anche se ultimamente comincia ad essere diffusa come allegato per piatti diversi di fusione di cucine, che porta a un colore e un aroma leggermente simile a quella di rizoma di zenzero, o i frutti di cardamomo, nonché estratti di altre specie della stessa famiglia tassonomica, la zingiberáceas. Tra le altre applicazioni, alcuni cuochi utilizzato in paellas come un sostituto per lo zafferano a causa della sua azione la colorazione è molto simile e anche dà un piacevole aroma. Infatti, nella nomenclatura di additivi nell’Unione Europea corrisponde alla chiave Ibd-100.

Tuttavia, la curcuma è forse più famosa per molti, in una delle sue numerose componenti, la curcumina, un composto a cui sono stati attribuiti negli ultimi tempi molteplici proprietà curativeal punto che la polvere di rizoma di curcuma è venduto incapsulato in farmacia per una variegata lista di disturbi; la prevenzione di problemi cardiovascolari per la regolazione del ciclo mestruale, passando da artrite o malattia di Alzheimer.

Ciò che è noto

Sembra essere dimostrato l’efficacia della curcumina per attenuare vari disturbi, in particolare quelli digestivi, data la sua comprovata potenza come un anti-infiammatorio e stimolante delle secrezioni dello stomaco e la bile. In questo senso ci potrebbero essere benefici per il fegato, la protezione delle membrane mucose, come pure di un po ‘ di sollievo a infiammazioni o protezione cardiovascolare.

Un’altra cosa è quello che è stato mostrato, che è piuttosto piccolo. Una recente revisione di studi data di pubblicazione sul Journal of Medical Chimica ha mostrato che la maggior parte delle attribuzioni dato negli ultimi anni, la curcumina non hanno alcuna base scientifica ha dimostrato. La revisione ha evidenziato che molti studi hanno gravi carenze essere effettuata su pochi pazienti e per brevi periodi di tempo.

Tuttavia, tra l’efficacia che sembrano dimostrato la curcuma sarebbe il suo potere antiossidante, derivato dal azione antiossidante di curcumina, anche se non in proporzione maggiore che in altri prodotti vegetali di nota azione in questo campo. Essi dovrebbero inoltre essere dimostrato, secondo una revisione dell’Università del Maryland, i suoi effetti positivi sulla digestione disturbo noto come dispepsiaperché in uno studio in doppio cieco è stato trovato che i pazienti con questo problema che ha consumato la curcumina ha ridotto il disturbo, così come la produzione di gas e gonfiore di stomaco.

Un altro studio, anche datato con la recensione precedente, avalaría la tua azione come protezione intestinale anti-colite ulcerosa. Nella stessa, fatta di un doppio cieco, i pazienti di cui la colite ulcerosa è in remissione, ingerito la curcumina a fianco il trattamento convenzionale per un periodo di sei mesi. Coloro che iniziano l’assunzione di curcumina ha mostrato un tasso di ricaduta è stata significativamente inferiore rispetto a quella di coloro che avevano assunto il placebo.

Ciò che non è indicato

Non è stato studiato che la curcumina può avere efficacia come antimicrobica negli esseri umani, anche se è stato dimostrato un effetto negli animali e nelle provette. Non è noto quale dose dovrebbe essere necessario e che tipo di strada avrebbe dovuto essere utilizzato per somministrare il trattamento.

Né è stata osservata da ele tempo effetti positivi nel loro uso contro le malattie neurodegenerative come il La malattia di Alzheimer. Secondo un rapporto del giornale di Nutrizione Fatti gli studi condotti finora non mostrano risultati positivi. A questo proposito, c’è un’esperienza con tre pazienti che invece di applicare la curcumina è stata applicata a loro come polvere di rizoma senza debug e miglioramenti sono stati notati. Anche se l’universo di prova è limitato, può essere che la curcumina agisce in questo campo, insieme con il resto dei fitofarmaci nel rizoma, secondo la rivista.

Per quanto riguarda la protezione contro il malattie cardiovascolariun doppio cieco studio controllato versus placebo, è stato trovato che l’assunzione di quattro grammi al giorno di curcumina non migliora i livelli di colesterolo. Tuttavia, in studi condotti su topi da laboratorio, sì, hanno osservato miglioramenti.

Anche nel campo del cancro, in cui la curcuma è attribuita alla proprietà per quanto riguarda la prostata, del seno, della pelle e del colon, ci sono pochi studi di solventi che permettono di piombo, se è utile e che ci sono capannone di risultati deludenti, secondo una recensione pubblicata nel 2016 la gazzetta Molecole.

Né sono gli studi che collegano la curcumina con artrite sembrano essere sufficienti per stabilire un rapporto solido. Una recensione di la fine del 2016, con chi soffre di artrite reumatoide è che l’ingestione di capsule di un grammo di curcumina al giorno ha un effetto sul dolore paragonabile a ibuprofene. Ma il campione del riesame si è rivelato essere troppo piccolo per dare veridicità.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter