Il microonde utilizza la scienza per riscaldare e cuocere in modo rapido ed efficiente. In termini generali e spiegati molto brevemente, le microonde dell’apparecchio fanno vibrare le molecole d’acqua nel cibo, creando così calore. Ciò ti consente di cucinare quasi ogni tipo di cibo, oltre alla tazza di latte o al caffè.

Verdure, carne e persino stufati sono cibi che la maggior parte delle persone non usa per cucinare nel microonde. Ma, tenendo conto di alcuni aspetti, possiamo trasformare una semplice ricetta in un piatto appetitoso.

Alcune di queste considerazioni sono dettagliate in questo video di Laia Badal, responsabile dell’Area Sviluppo e Innovazione del Fondazione Alícia, centro ricerca cucine:

Oltre a queste tre considerazioni che fa notare l’esperto, ci sono altri aspetti che non bisogna dimenticare quando si cucina con il microonde:

Finalmente, in modo da sapere se un materiale plastico può andare o meno nel microonde È necessario verificare che il contenitore rechi il logo che lo indica: una serie di linee d’onda, una sopra l’altra, che possono essere o meno sopra il disegno di un contenitore.

Ma se per qualsiasi motivo ci sono dubbi, possiamo fare un test proposto da esperti della Michigan State University: posizionare il contenitore che vogliamo testare con accanto un bicchiere d’acqua nel microonde e riscaldare alla massima potenza per un minuto.

Se il contenitore si raffredda dopo un minuto, è adatto al microonde; se è caldo, va usato solo per riscaldare, non per cucinare; se è caldo non è adatto ed è meglio non usarlo nel microonde.

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter