Confermati i primi 4 casi di coronavirus nei campi profughi saharawi

Confermati i primi 4 casi di coronavirus nei campi profughi saharawi

Campi profughi di Tindouf (Algeria), 23 luglio (EFE).- Il ministro saharawi Salute, Jira Bulahi, oggi ha confermato i primi quattro casi positivi di COVID-19 nei campi profughi di Tindouf, in cui più di 200.000 saharawi che vive in esilio dal Marocco occupati del Sahara Occidentale nel 1975.

In un breve messaggio diffuso attraverso i social network, Bulahi ha spiegato che “dopo molti sforzi e le misure preventive per proteggere la nostra gente, oggi, sfortunati…