Quando ti ritrovi con le mani macchiate di fucsia dopo aver sbucciato una barbabietola, o una vibrante tonalità dorata quando condisci un piatto con la curcuma, viene in mente l’idea: se questo è quello che ha fatto con le mie mani, Cosa potevo fare con una vecchia maglietta?

Quasi tutti gli avanzi di cibo sono recuperabili e utili; Conchiglie e noccioli di frutta inclusi. Vi diciamo già come usarli per fare marmellate, come fermentarli o come ricavare con loro il miglior fertilizzante per le vostre piante. C’è dell’altro: Servono anche per tingere i vestiti in modo naturale. E gratis, se usi gli avanzi che stavi per buttare via.

Ecco cosa ti serve: avanzi di cibo, come noccioli di avocado (il suo potere colorante è sorprendente), buccia di cipolla o barbabietola. Ma puoi sperimentare molto di più e usare verdure come il cavolo rosso e persino usare la polvere di Caienna. Inoltre, hanno bisogno un paio di padelle e alcune corde o elastici, per fare i nodi se vuoi un motivo più particolare. E, naturalmente, il capo: meglio se è in cotone 100% o altro tessuto; più è naturale, meglio è.

Diventato il cibo preferito di un’intera generazione, l’avocado ha molta vita oltre a essere trasformato in guacamole o in un altro tipo di condimento di moda per il pane tostato. I suoi semi marroni tostati, così scivolosi quando li rimuovi dalla frutta, contengono un ricco liquido lattiginoso nei tannini che assume una sorprendente tonalità rossa se ossidato quando bollito in acqua.

Per prima cosa, lava le ossa e lasciale asciugare. Quindi lessatele in abbondante acqua, quanto basta per coprire il capo. La regola generale è circa cinque semi di avocado per ogni 200 grammi di tessuto. Quando le ossa iniziano a muoversi intorno alla pentola, la pelle inizia a staccarsi e l’acqua assume una tonalità inaspettata di rosso, che rimarrà rosa sui tuoi vestiti. Per solidificare il tono, lasciare riposare la miscela per una notte.

Ora, pulisci l’indumento. Questo passaggio è facoltativo, ma aiuta. È conveniente usare una casseruola diversa e aggiungerne una parte aceto bianco per ogni quattro parti di acqua bollente; o una parte di sale per ogni 15 di acqua. Lascialo in ammollo durante la notte: questo aiuterà a solidificare il colore. Il giorno successivo, aggiungi il tuo indumento ancora bagnato alla pentola e lascialo in ammollo finché non ti piace il colore che prende.

Ma dimentica la perfezione: tienilo a mente ci sono molte specie di avocado, dalla varietà asturiana al messicana, passando per tutte le sue croci; e, di conseguenza, una moltitudine di possibili sfumature di rosa.

Le ossa più secche danno più toni terrosi e autunnali. Mentre i coloranti rosa sono più facili da ottenere con le ossa fresche. Così, se quello che stai cercando è rosa, usali teneri oppure conservateli nel congelatore finché non ne avrete abbastanza. Un’altra cosa: puoi anche usare le bucce di avocado pulite per intensificare il colore.

Questo senza contare la varietà di pH dell’acqua, che modifica il risultato, né i minerali oi sali in esso contenuti. Mentre le acque dure, ricche di calcio o magnesio, assumono tonalità più vivaci, l’acqua più morbida opacizza il colore. Anche il tipo di tessuto che usate ha un’influenza: le fibre vegetali come il cotone o il lino tendono ad ammorbidire il colore della tintura, mentre la lana naturale o la seta arricchiscono i toni.

Lavate le barbabietole per eliminare ogni traccia di sporco, pelatele, tagliatele a dadini e portatele a ebollizione per cinque minuti. Successivamente abbassare la fiamma e lasciar cuocere per almeno un’ora; più a lungo è meglio è. Più cuoci la frutta, più brillante sarà la tintura.

Una volta ottenuto, togli le barbabietole dall’acqua. Ma non buttarli via. Se li unisci ad aceto, sale e zucchero, puoi approfittarne per fare un delizioso sottaceto. Tingi e mangia! Cosa si può chiedere di più a un’umile barbabietola?

Ora, per tingere il capo, filtrare la tintura e immergerla completamente. Se vuoi aggiungere qualche tipo di disegno, è il momento di fare i nodi: le parti nascoste rimarranno bianche. Lasciala stare almeno un’ora. O meglio, tutto il giorno. Più a lungo rimane sommerso, più intenso sarà il colore. Sciacquarlo con acqua tiepida, lavarlo a mano con un sapone neutro e risciacquare nuovamente. Questo eviterà che il rosa della tua maglietta finisca sul tuo divano. E lascialo asciugare all’aria. Lo hai già pronto per il terrazzo; con maschera e sicurezza, per favore.

Quando sai che la buccia di una semplice cipolla può colorare i tuoi vestiti di un sorprendente e intenso color bronzo, inizi a guardarlo con occhi migliori. Conserva le bucce di cipolla in frigorifero o congelale fino a ottenere la metà del peso del capo che vuoi tingere. Lessatele in abbondante acqua per almeno 30 minuti e lasciate raffreddare.

È ora di aggiungere il capo: va lasciato in ammollo da una a tre settimane, fino a quando non avrà un colore intenso. Ogni tentativo sarà unico; disparati per natura, ma favolosi. E rosa. O d’oro. E tutto con una vecchia maglietta resuscitata e una manciata di scarti recuperati dalla spazzatura.

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter