Amiamo i nostri cani (e gatti) tanto quanto loro amano noi. Ed è normale che quando sentiamo che il cancro può colpire i nostri compagni pelosi, siamo invasi da paura, rabbia e incertezza. In effetti, insistono gli esperti, il rischio che il tuo cane abbia un tumore per tutta la vita è, almeno, altrettanto comune come per te. Secondo la Veterinary Cancer Society, un cane su quattro svilupperà un qualche tipo di cancro; una malattia che colpisce la metà dei cani di età superiore ai dieci anni.

Sebbene le consultazioni oncologiche nei cani siano piuttosto frequenti, Ricardo Ruano, presidente del gruppo di oncologia veterinaria dell’Associazione dei veterinari spagnoli specializzati in piccoli animali (Avepa), sfata il mito che il cancro abbia una fine necessariamente fataleNon per gli esseri umani, non per i gatti, non per i cani. “Molte persone associano l’oncologia veterinaria a stati terminali o chemioterapici; ma fortunatamente il 75% delle consultazioni non lo raggiungono; infatti, quasi tutti i casi vanno bene”, dice l’esperto.

Il cancro dei nostri cani dovrebbe preoccuparci, ma, se diagnosticato in tempo, è normale che non sia la fine del mondo. Il fatto che i nostri amici pelosi vivano sempre più a lungo spiega in parte perché è cresciuta anche la comparsa dei tumori. Ma ci sono molti tipi, spiega Ruano: ci sono benigni o maligni “, e molti tumori maligni vengono curati con la chirurgia“In altri casi, il trattamento chemioterapico è necessario, proprio come con le persone.

Sì: è fondamentale imparare a rilevare i possibili sintomi del cancro nel tuo compagno pelosoe agisci rapidamente. “Quando sentiamo un nodulo sul corpo del nostro cucciolo, quello che non dobbiamo mai fare è aspettare per vedere se cresce: questa è la cosa peggiore che puoi fare con un tumore”, avverte Ruano.

Esistono quattro gruppi principali di segnali per rilevare un tumore nel tuo amico.

La prima cosa è vedere o sentire la lesione. Se il tuo amico ha un tumore della pelle o sottocutaneo (sotto la pelle), dovresti essere in grado di sentire o toccare il nodulo o il nodulo. “Se trovi un nodulo nella pelle del tuo cane, o sotto di esso, devi andare dal veterinario per valutare l’importanza che può avere. L’urgenza non è casuale: i tumori della pelle sono il tipo più comune di cancro nei cani.

Pertanto, un terzo dei tumori del cane sono noduli palpabili, come noduli sulla pelle o ghiandole gonfie.

Y colpiscono alcune razze più di altre. “È raro che un Boxer o un Labrador non si faccia rimuovere un tumore della pelle durante la sua vita”, avverte l’oncologo veterinario. Altre volte questi grumi sono lipomi o tumori grassi molli, solitamente benigni, che compaiono sotto la pelle. “Qualsiasi grumo o massa che sentiamo quando ci laviamo o ci laviamo o accarezziamo il cane è un motivo per andare dal veterinario”. E non solo i cani: i gatti possono anche soffrire di cancro della pelle, tra gli altri.

A volte sono segni generali che possono essere confusi con un’altra malattia comune: cioè perdita di appetito, anoressia, debolezza o perdita di peso senza una ragione apparente. Sono i tipici segni di cancro che vedremmo anche in una persona malata; cioè, perdi peso o subisci una diminuzione delle tue condizioni fisiche, come una riduzione della massa muscolare. Tutti questi segni possono essere indicativi di qualche tipo di tumore più interno; come quelli che colpiscono gli organi.

Un altro sintomo che può avvisare del cancro nel cane sono le cosiddette adenopatie, cioè un ingrossamento o gonfiore dei linfonodi. Questa lesione è molto tipica quando il cane soffre di linfoma, un tipo di cancro che colpisce il suo sistema immunitario, la rete che combatte germi, virus e batteri. Questi linfonodi si trovano in tutto il corpo del tuo amico; ad esempio, nella zona cervicale o nella parte posteriore del ginocchio. Se noti che crescono, dovresti andare dal veterinario.

Il quarto gruppo di segni che possono avvisare che il cane ha un tumore sono legati alla posizione; ei segni per rilevarlo saranno diversi a seconda della parte o dell’organo del corpo del tuo amico che è interessato. Così, un tumore ai polmoni ti causerà tosse e respiro cortoMentre un tumore all’apparato digerente ti farà vomitare. Attenzione: i tumori dell’apparato digerente sono relativamente comuni nei cani anziani.

Allo stesso modo, “un cancro che colpisce le ossa causerà una zoppia nel cane che possiamo rilevare durante l’ora della passeggiata; ma se si moltiplica nel midollo spinale causerà anemia e il nostro cane sarà pallido”, aggiunge il veterinario Javier Frías . Inoltre: come accade nelle persone, il cancro può colpire ogni cellula del corpo del tuo cane. “Questo è il motivo per cui a volte è difficile evidenziare sintomi specifici; e devi cercare segni più generali e comuni a molte malattie, come l’apatia, la perdita di peso o il cane che non vuole mangiare”, dice Frías.

Non è solo importante rilevare il cancro in tempo nel nostro amico peloso. Altrettanto importante è prevenirlo. Sebbene alcuni tipi di tumori siano più difficili da evitare, altri non sono così difficili. Questo è il caso del tumore al seno nelle femmine. “Un gesto semplice come sterilizzare o castrare il nostro amico peloso il rischio di contrarre il cancro al seno, uno dei tipi di tumori più comuni e di gran lunga il più diffuso nelle cagne non sottoposte ad intervento chirurgico, è notevolmente ridotto ”, indica Ruana.

Tant’è che il tumore al seno costituisce la prima casa di morte nei cani non castrati. E insiste: “Andare a vedere se il nodulo cresce è il grande errore della medicina veterinaria. Perché puoi arrotolarlo in marrone. “Forte e chiaro.

iscriviti alle nostre newsletter