Quando finisci di mescolare la salsa di pomodoro, ti rendi conto del crimine culinario che hai appena commesso: il colore rosso non uscirà mai più dal tuo cucchiaio di legno. E lo stesso accade quando tagli, tagli o tagli il cibo appiccicoso sul tuo tagliere, uno degli utensili più intensi della cucina; quindi, uno di quelli che soffrono di più. Le macchie lasciate dalla curcuma o dalla paprika sembrano non volerla più lasciare.

Se ci piace cucinare, e ci piace il tocco nostalgico, avere dei cucchiai o una tavola di legno (ce ne sono anche di polipropilene) per tagliare il cibo è qualcosa che può essere indispensabile. Ma non è necessario gettare la spugna a quegli odori e macchie che minacciano di rovinare i tuoi utensili più porosi. Un limone, un po ‘di sale e una carta vetrata fine possono fare miracoli sul tuo amato ma malconcio tagliere.

Secondo uno studio pubblicato in Scienze alimentari e sicurezza alimentare, 2016, l’utilizzo del legno a contatto con gli alimenti non deve essere un problema o diventarlo un terreno fertile per i microrganismi, purché sia ​​ben curato e lo laviamo con cura.

Ora: se il tuo cucchiaio di legno si rompe, succede qualcosa secchezza o esposizione a temperature elevate (anche a causa dell’eccessiva umidità) iniziano i problemi. Particelle di cibo e batteri amano vivere in queste fessure. Disgustoso. E, inoltre, un rischio per la salute.

Non sono immortali, ma se ti prendi cura di loro, gli utensili in legno possono durare per molti anni. La prima regola che non possiamo saltare è chiara: lavarli sempre a mano (scusate, amanti della lavastoviglie) subito dopo l’uso, con acqua e sapone neutro.

Successivamente, asciugatele bene con un canovaccio o carta da cucina. Lo stesso vale per la tavola di legno: non lasciarlo asciugare all’aria. È più sicuro pulirlo con un panno di carta da cucina per rimuovere l’umidità il prima possibile e che non accumuli microrganismi.

Se il tagliere o i cucchiai di legno sono usurati o sono diventati ruvidi per l’uso, c’è qualcosa che puoi fare per resuscitarli. Strofinale con una carta vetrata morbida rimuove lo strato danneggiato e li rende nuovamente morbidi.

Termina il lavoro tamponando una generosa quantità di olio minerale per legno, che è appropriato per gli accessori da cucina. Potrebbe non essere il lavoro più eccitante del mondo, ma riavrai indietro la tua vecchia tavola da cucina senza comprarne una nuova. [Hace un tiempo te contamos cómo utilizar el bicarbonato para eliminar los olores de la cocina.]

Il modo migliore per evitare che i cucchiai di legno si macchino o conservino odori è la prevenzione. Il che significa che se lo stai facendo una salsa di pomodoro o uno stufato al curry, è meglio dimenticarsene; poiché le spezie come la paprika o la curcuma macchiano le superfici porose che toccano.

E i tuoi cucchiai di legno lo sono. Ci sono alternative semplici, come usare un cucchiaio di acciaio inossidabile o usare una pala di silicone per resistere al caldo. Se questo consiglio è in ritardo, i tuoi cucchiai sono già macchiati e l’acqua saponosa non ha funzionato, prova un limone.

Lasciali in ammollo per una notte in acqua e limone (o aceto bianco), e successivamente strofinarli con una spugnetta abrasiva, dovrebbe funzionare. Il limone è utile anche per eliminare gli odori intrappolati sulla tua tavola: tagliala a metà e strofina.

Puoi farlo anche tu Aggiungi un po ‘di sale: in questo modo strofinando il limone contro il legno sarà più facile rimuovere le macchie incastrate. Il procedimento è semplice, e per questo non serve nemmeno tagliare un nuovo limone: puoi usarne uno che salvi dall’aver cucinato un altro piatto, anche se è già spremuto. Lasciate agire per circa 20 minuti, poi strofinate con una normale spugnetta e risciacquate con acqua calda. Ce l’hai già!

Se il problema è con il tuo mixer o un altro apparecchio che hai usato per fare un salsa colorante, la chiave è affrettarsi. È meglio pulirlo con acqua e sapone appena terminata la cottura; perché se lo lasci, hai maggiori possibilità che la macchia rimanga.

Se non arrivi in ​​tempo, o non funziona la prima volta, non è tutto perduto: in questo caso puoi utilizzare un prodotto per eliminare i grassi più potenti, come un detergente per forno. Logicamente va diluito in acqua, meglio se calda. E poi assicurati di sciacquare bene il mixer in modo che non rimangano residui.

Sarà per nostalgia, ma pochi gli oggetti sono così longanimi e personali in cucina come vecchi e graziosi tavoli e cucchiai di legno. E sapere che una carta vetrata e un po ‘di limone possono prolungarti la vita, rilassa.

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter