Durante i 45 giorni la pratica di esercizio fisico all’aria aperta è stato annullato ed è stato limitato agli spazi delle case, in molti casi ridotto. Questa mancanza di esercizio fisico, è stato in grado di avere alcuni effetti sulla nostra salute come l’indebolimento dei muscoli. Ma il passato 2 maggio, con l’inizio delle prime misure del desescalada, ha aperto la possibilità, per oltre 14 anni, l’inizio o la ripresa della pratica sportiva non professionale, all’aperto.

Prima di questi primi passi del desescalada, molte persone hanno preso ispirazione per iniziare a indossare scarpe sportive. Alcuni già fatto prima, e gli altri possono hanno cominciato ora guidati da una nuova motivazione per uscire di casa. Tuttavia, se tornare a sport non è fatto con le precauzioni, non è libero, il rischio di lesioni.

Consigli per riavviare l’esercizio

Quindi, se si erano già facendo esercizio fisico prima di confinamento, come se ci si vuole iniziare ora, il rischio di lesioni, ci costringe ad essere cauto perché si inizia la formazione, senza progressione può trasportare adeguatamente i rischi. Il Collegio Generale dell’Educazione Fisica e dello Sport (COLEF) consigliato:

  • Iniziare progressivamente. L’intensità e la velocità con cui possiamo iniziare dipende dal fatto che, durante il confino abbiamo addestrato o non, e se prima di fare qualsiasi tipo di attività sportiva. Come ricorda l’ Collegio dei Fisioterapisti della Catalognaè possibile riprendere l’attività fisica intensità bassa/moderata e progredire gradualmente, se non avete molto ridotto l’attività fisica quotidiana o il tempo dedicato all’esercizio fisico durante il parto. Consulenza per il tempo viene suddiviso in due sessioni, per esempio, è meglio fare due corse o gare di 15 minuti ciascuno per un singolo di 30 minuti.
  • Calore. Prima di testa fuori per la strada di corsa, siamo in grado di eseguire un warm-up a casa. Se si sta andando a correre abbiamo bisogno di aumentare la temperatura del corpo, per attivare la circolazione e preparare i muscoli. Questo ci aiuterà a evitare lesioni muscolari o articolari durante l’allenamento.
  • Stretching. L’obiettivo è quello di preservare l’accorciamento e l’eccessiva elasticità e, di conseguenza, la funzionalità dei muscoli. Questi fanno il cuscino protettivo per le ossa e le altre strutture e di esercitare la forza che ci consente di passare. Si consiglia di allungare prima di iniziare l’esercizio e dopo essere stata sottoposta a un intenso sforzo continuato. La tecnica più utilizzata è lo stretching statico, il che implica che si estende in modo graduale, mantenendo il tratto compreso tra 30 e 60 secondi, e rilassarsi progressivamente. Lo scopo è quello di preservare la tendenza dei muscoli stanchi di essere abbreviati o per mantenere il tono muscolare, che è a dire, noi dobbiamo aiutarli a ritrovare il loro stato normale dopo che avete lavorato duramente.
  • Dare al corpo il tempo di adattarsi al nuovo ambiente. Anche se abbiamo fatto un esercizio a casa, le condizioni esterne sono diverse: non è come andare in bicicletta su per la montagna che si fanno in modo statico, o in esecuzione attraverso le montagne o asfalto farlo su un tapis roulant. Dobbiamo essere prudenti e dare al corpo il tempo di adattarsi a questi piccoli cambiamenti, perché le condizioni non sono le stesse. Non dobbiamo riavviare l’attività all’esterno seguendo gli stessi parametri di tempo o l’intensità che si aveva in casa. Possiamo iniziare con i piedi o in bicicletta a ritmo morbido e vanno aumentando l’intensità, come si va per sentirsi a proprio agio con l’esercizio.
  • Sappiamo quali sono i nostri limiti e essere consapevoli del fatto che alcuni esercizi o sport, non saremo in grado di fare loro.
  • In alcuni casi (conosciuto la malattia, sintomo o segno di malattia) potrebbe essere necessaria una visita dal medico. Il COLEF e Maggiore Sports Council (CSD) che ci aiutano a conoscere cliccando qui.
  • Personalizzare il programma di formazione. Questa sezione comprende gli aspetti che possono variare da una persona all’altra, come un infortunio precedente, se hai guadagnato un sacco di peso durante la reclusione, che tipo di attività è stata seguita in casa, ecc…. È possibile che la consulenza è necessaria da parte di un educatore sportivo che ci aiutano a meglio scegliere che tipo di esercizio è più adatto per noi. Con la giusta formazione e servizi per la nostra forma fisica (intensità, frequenza e tempo) si può arrivare a migliorare il nostro sistema immunitario.
  • Oltre a camminare, correre, in bicicletta, ecc, che è a dire, l’allenamento cardiovascolare, si deve anche tenere a mente la forza e il rafforzamento muscolare. Questo tipo di di esercizio, possiamo continuare a farlo da casa e ci aiutano a migliorare le prestazioni quando si esce.

Sport e salute misure in esterno

Come con il resto delle attività (andare a lavorare, fare la spesa, ecc), fare sport dovrebbe essere seguita raccomandazioni dettati dalla Salute:

  • Lo sport dovrebbe essere fatto su base individuale, senza avere contatti con altre persone.
  • Può solo essere fatto una volta al giorno e all’interno del comune.
  • Mantenere le distanze di sicurezza: la separazione varia in funzione del tipo di attività, maggiore è la velocità, più a distanza. Questi variano dai 20 metri tra i ciclisti; 10 metri tra i corridori; 5 metri tra la gente a piedi.
  • Il sorpasso: se mentre corriamo, siamo in piedi o si pedala in avanti di qualcuno, si deve saltare la slipstream prima e di partecipare dopo aver lasciato la distanza sufficiente dietro.
  • Non expectorating in strade o spazi pubblici: è possibile che durante l’esercizio di alcune persone a generare le secrezioni e la necessità di rimuoverli. In questo caso, è consigliabile portare un fazzoletto e buttare via dopo il cestino.
  • Non toccare le superfici delle strutture pubbliche.
  • Evitare di spazi, folle e folle.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter