Come riconoscere un cibo cattivo sulla via del ritorno dalle vacanze

Come riconoscere un cibo cattivo sulla via del ritorno dalle vacanze

Siamo arrivati da vacanza di notte e il giorno dopo andiamo direttamente al lavoro, con appena il tempo di passare attraverso un negozio di cibo per rifornire Stock. La linea di fondo è che all’ora di colazione, o a pranzo o a cena, possiamo solo tirare ciò che c’è nel frigo. Per fortuna o purtroppo, quando ce ne andiamo non lo svuotiamo e rimane qualcosa: yogurt, latte, uova, un paio di vasetti di vetro medio ripieni di legumi, aringhe o acciughe, della carne nel freezer, delle pesche in frigo…

Nell’armadio abbiamo pasta, forse lattine dimenticate di tonno o qualche altro prodotto come cozze sottaceto, riso, ecc. Inoltre, c’era un po ‘di pane inglese a sinistra. Beh, totale, siamo stati via 15 giorni: non è logico pensare che la maggior parte del materiale sarà in buone condizioni? Beh, no: c’è la possibilità che questi materiali siano deteriorati e se consumati, corriamo il rischio di inebriante.

Come faccio a saperlo? Non è sempre opportuno fidarsi della viewdel smell o anche del taste. A volte, qualcosa che non odora, sembra buono e non sa male può essere altamente contaminato e dovremo guidarci attraverso altri indizi per accettarlo o rifiutarlo. Di seguito sono riportate alcune linee guida per determinare le buone condizioni di un alimento per il consumo immediato. 

La cosa principale, la data di scadenza

La prima guida che dobbiamo prendere per accettare o rifiutare un alimento è la sua data di scadenzache deve essere indicata in qualsiasi lotta dell’imballaggio alimentare, può o involucro. Se è così e possiamo determinare che il prodotto ha superato, dobbiamo automaticamente respingere il suo consumo, dal momento che anche se può essere in buone condizioni, è del tutto possibile che ha iniziato il suo deterioration naturale. 

Tuttavia, se un prodotto non ha superato la data di scadenza indicata, ciò non significa che sia di regola in buone condizioni. Ci possono essere crepe o rotture nel contenitore, o una cattiva conservazione dello stesso che accelera la sua scadenza – deve anche essere preso in considerazione le condizioni di stoccaggio – o semplicemente il barattolo è stato aperto in precedenza e ciò che rimane è ciò che non è consumati prima. Quindi la data di scadenza ci dà solo una garanzia relativa .

Uova

Il caso delle uova è uno dei più illustrativi del valore discutibile della data di scadenza. Di regola e se è conservato in modo ottimale – cioè in un frigorifero -, un uovo può durare fino a due mesi in buone condizioni. Tuttavia, se un lungo periodo è passato al di fuori del frigorifero, ha subito improvvisi cambiamenti di temperatura o non viene fornito con le condizioni igieniche appropriate potrebbe essersi deteriorato o contaminato. 

Si deve pensare che il guscio dell’uovo sia un materiale poroso per cui l’acqua è persa, alterando la struttura dell’uovo – e quindi la sua protezione contro l’esterno – come batteri come Salmonella possono penetrare, soprattutto se il guscio d’uovo viene sporco. Al di là delle misure di conservazione che avremmo preso durante la conservazione dell’uovo, ora non dobbiamo fidarci della data di scadenza a meno che non riusciamo a tracciare perfettamente la vita dell’uovo. Ma come facciamo a sapere che il potere della casa non è andato via per un paio di giorni?

È meglio eseguire una serie di test visivi per assicurarsi che l’uovo sia in buone condizioni:

  • Se quando rompiamo il guscio odori mal, dobbiamo buttarlo via.
  • Se non ha odore ma viene presentato il chiaro acquoso o poco tesoin modo che non sia in grado di tenere il tuorlo al centro, dobbiamo buttarlo via.
  • Se il tuorlo si dimostra di essere un colore lontano dai soliti gialli e arancioni, con toni marroni o direttamente scuro, o se si desidera asciutto e invorario, dobbiamo anche scartare l’uovo.
  • Lo stesso se metterlo in un bicchiere d’acqua non affonda.

Lattine e barattoli in scatola

La prima regola è non consumare barattoli e lattine che sono già stati aperti prima delle vacanze e lasciati in frigo anche se i contenitori sono stati correttamente chiusi. Se il contenuto resimo non è stato messo in una tupper, dovrebbe essere scartato. Se il barattolo o non è aperto, dopo guarda la data di scadenzacontrolleremo lo stato esterno in modo che non abbia gravi ammaccature o ruggini nelle aree di saldatura. Se mostrano rugginedobbiamo buttare via la riserva, perché è possibile che il deterioramento abbia raggiunto l’interno della lattina.

Se viene mostrata una lattina gonfiatasenza esitazione dovremmo buttarla via perché è un sintomo dei gas interni a causa dell’attività batterica, probabilmente Clostridiummicrobi letali. Se la lattina non è gonfia, ma quando si apre rilascia una quantità di gas importante, come quando si apre una bevanda gassata, dobbiamo anche buttarla via, perché il gas indica attività batterica. E lo stesso con un barattolo. Se quando apri una riserva ha un odore strano, o mostra colori anomali o il liquido conservante ha bolle o schiumala rottameremo fuori dalla cattiva forma.

Anche il consumo di pesce e carne

Il consumo di pesce e carne immagazzinati nel congelatore dopo un periodo di settimane di assenza ha dei suoi rischi. Sappiamo che non c’è stato un calo di tensione di giorni u ore che ha influenzato il congelamento dei prodotti? Un prodotto correttamente congelato può durare fino a due giorni se il congelatore si guasta. 

Ma difficilmente può essere refrozen di nuovo se il periodo senza luce è stato lungo, figuriamoci in estate. Il congelamento paralizza solo la progressione dei microbi, ma non li uccide, quindi se il congelatore ha smesso di funzionare, non saremo in grado di controllare lo stato di possibile contaminazione o decomposizione. Per finire, non abbiamo una data di scadenza per guidarci. 

Per il momento, possiamo guardare l’imballaggio o l’imballaggio del prodotto per vedere se è asciutto o mostra un sacco di liquido congelato. Se c’è campione di liquido anormale nel contenitore o nel sacchetto del congelatore, potrebbe esserci stata una caduta elettrica in cui il prodotto è stato scongelato e rilasciato; quindi ci sono state alterazioni nella conservazione: dobbiamo scartare.

Se lo stato del congelato è normale – cioè l’involucro è asciutto – non dobbiamo fidarci e procederemo a scongelare e vedere e l’odore. Se, una volta scongelato, il prodotto mostra un aspetto e un odore normali, è molto probabile che sia consumabile, anche se non dovremmo ritardarne il consumo. La prova finale sarà nel suo gusto: se non è acida o amara ed è normale del tipo di carne in questione, possiamo mangiarla.

Il latte è alimentato dall’odore acido e dalla precipitazione della caseina – la sua proteina principale – nel vaso. Emette anche un odore sgradevole, un prodotto dell’attività microbica e un sottoprodotto noto come acido butyric. Quindi, dopo aver curiosato e versato un campione in un bicchiere, puoi decidere. Succede ancora con il burro.

Nel caso di yogurt o formaggi freschi, se hanno cattivi odori, sapori amari o acidiè meglio scartarli; anche se hanno rilasciato una grande quantità di siero -liquido – perdendo la loro struttura solida o soffice. Naturalmente, in caso di dubbio dobbiamo guardare alla data di scadenza. Infine la presenza di muffa, scartare. 

Questa è proprio la filosofia che prenderemo con il pane inglese che ha un’origine industriale. Se è pane artigianale non congelato e sono passate diverse settimane, poiché non possiamo verificare l’intero processo di elaborazione, è meglio gettarlo direttamente, perché anche se è molto improbabile, i processi chimici potrebbero portare a funghi inquinanti se sono state utilizzate farine non standard. Faremo lo stesso per le birre artigianali che superano la data di scadenza. 

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla newsletter ConsumerClaro

Si consiglia anche:

Sei chiavi per i germi non soddisfarti dal barbecue

Controlla anche

E' vero che se otteniamo i capelli grigi, i nostri capelli cadranno meno?

E’ vero che se otteniamo i capelli grigi, i nostri capelli cadranno meno?

Xosé, lettore e membro di avnotizie.it, ci pone la seguente domanda in una e-mailHo 35 …

Paura del volo: può essere superata?

Paura del volo: può essere superata?

Alcune fobie sono un grosso problema per molte persone. Oggi, quando l’aereo è diventato un …

Dieci cose che la tua bocca rivela sulla tua salute generale

Dieci cose che la tua bocca rivela sulla tua salute generale

Molti esperti in odontoiatria e stomatologia usano la figura che “la bocca è la finestra …