La sopravvivenza del coronavirus umani su superfici è molto variabile, si può andare da due ore per nove giorniin funzione di aspetti quali il materiale, la temperatura o l’umidità. Per questo motivo, è molto importante per aumentare la pulizia e la disinfezione delle case, soprattutto di alcune aree e gli oggetti che sono più in contatto diretto con le nostre mani. Tuttavia, l’uso improprio e miscele inadeguata dei vari disinfettanti possono causare malattie di origine alimentare.

Secondo il Servizio di Informazione tossicologica (TIS), l’Istituto Nazionale di Tossicologia spagnolo e Scienze Forensi, per tutto il mese di marzo e le prime due settimane di aprile è stato rilevato un aumento dell’incidenza di consultazioni telefoniche (quasi 2.000 chiamate) di malattie di origine alimentare relative alla miscela di vari prodotti per la pulizia per la casa a seguito di una pandemia causata da Covid-19. Questo è un aumento di più di 1.600 chiamate rispetto allo stesso periodo dell’anno 2019.

Miscele pericolose

In particolare, Il 55,6% delle consultazioni svolte da avvelenamento da corrispondere per l’uso di candeggina o altri disinfettanti di superficie. A 26.1% dei casi avrete mescolato la candeggina con prodotti come l’ammoniaca, il salfumán, aceto, alcool, anticalcáreos, limpiahogares e detersivi per lavastoviglie. Di tutti loro, combinando candeggina e ammoniaca è uno dei più comunemente utilizzati in ambito domestico, in questi giorni.

Va tenuto presente che questi due prodotti insieme, causano una reazione chimica che genera un gas chiamato Cloramina (NH2Cl), altamente tossico, quando viene a contatto con le mucose, si rompe e produce acido cloridrico, che è tossico e altamente corrosivo. Inoltre, il mix di prodotti come quelli di cui sopra a eliminare il SARS-CoV-2 può causare caselle tossicologiche livello delle vie respiratorie (rinite, irritazione, della faringe o della laringe, tosse, ecc) o i danni della pelle come irritazione, prurito o infiammazione.

Acqua e sapone, la prima linea di difesa

Pulizia con acqua e sapone rimuove germi, sporco e impurità. Si deve essere fatto ogni giorno in zone in cui si produce un maggiore contatto e su superfici molto sporche. Questo passaggio è importante per portarlo fuori prima di sanificazione in specifiche aree di rischio, perché, altrimenti, la disinfezione non sarà efficace come i detriti possono interferire con disinfettanti e ridurre la sua efficacia. Il sapone interferisce con il grasso del virus.

  • Iniziare con il minimo sporco e proseguire verso il più sporco, e le zone più alte alle più basse.
  • Indossare guanti e indumenti destinati per la pulizia. Per la disinfezione, è necessario utilizzare un panno diverso.
  • Lavare i panni, pagliette, mop e guanti e lasciarli asciugare quando avremo finito.
  • Lavare bene le mani con acqua e sapone quando finito.

Le aree più a rischio

Non tutte le stanze della casa o le superfici sono uguali e richiedono la stessa cura per l’igiene. Come ha ricordato Saluteparticolare attenzione dovrebbe essere data alla:

  • Bagno: è importante prestare attenzione al bagno, i rubinetti, le mani degli armadi, ecc
  • Cucina: le parti che più attenzione in questa sala sono stufa, i cassetti, i rubinetti, le manopole di elettrodomestici, frigo e armadi, ecc
  • Superfici come le maniglie delle porte in senso orario e antiorario le porte, armadi, finestre, cassetti, guide, corrimano, interruttori, pulsanti, telefoni, telecomandi, superfici di tavoli, sedie, illuminazione, tavolo, sedie, servizio sveglia; pulsanti di ascensore, ecc

Disinfettanti più efficaci

Disinfezione, vale a dire, l’uso di sostanze chimiche per uccidere i germi sulle superfici, riducendo ulteriormente il rischio di diffusione dell’infezione. Abbiamo già visto che l’uso di prodotti per la pulizia come candeggina o ammoniaca per disinfettare la casa, in questi giorni, può causare malattie di origine alimentare se non fatto correttamente. Per la disinfezione, è possibile utilizzare la candeggina, ma anche altri prodotti e attività virucida. Il Ministero dell’ Salute ha pubblicato un elenco di tutti i prodotti virucidas autorizzato in Spagna.

Se si utilizza candeggina, per essere diluito con 20 ml di candeggina con 980 ml di acqua (per litro); o 10 ml di candeggina e 490 ml di acqua (per ottenere mezzo litro). Deve essere preparato il giorno stesso che si sta per utilizzare. Lasciare riposare per circa cinque minuti per garantire una efficace disinfezione e di risciacquo dopo. Non è necessario mescolare la candeggina con altri disinfettanti, per ottenere risultati migliori, perché è efficace di per sé, ha la capacità di ossidare e degradare le proteine e il materiale genetico del virus.

Può anche essere utilizzato l’alcol etilico (etanolo), tra il 60-70%, che può essere ottenuto direttamente o da alcol etilico al solito, che è del 96%, mescolando 70 ml di alcool con 30 ml di acqua (in modo da ottenere una miscela di 69%). O anche miscelando cinque parti di alcool etilico 96º con due parti di acqua (si ottiene un alcool di il 70,6 per cento). Uno studio indica che l’etanolo uccide il coronavirus in soli 30 secondidistruggendo il RNA e le proteine che comprende il virus. Può essere un panno pulito inumidito con un po ‘ di alcol etilico e strofinare sulla superficie.

Un altro prodotto che è stato autorizzato il il perossido di idrogeno 0.5%che può essere ottenuta diluendo con acqua ossigenata (3% di perossido di idrogeno con l’acqua. La miscela dovrebbe essere una parte di perossido di idrogeno con cinque parti di acqua. Questa soluzione funziona in modo simile alla candeggina a base di cloro, di reagire, e di distruggere le proteine virali e materiale genetico.

Anche si dovrebbe lasciare almeno cinque minuti per essere efficace. Un recente studio mostrare che la soluzione di perossido di 0,5% è efficace contro il coronavirus sulle superfici. Non deve essere miscelato con altri detergentisoprattutto quelli che contengono aceto, perché la combinazione di entrambi produce peracetico acido corrosivo.

Procedura per disinfettare senza incidenti

  • Leggere l’etichetta e seguire le istruzioni d’uso.
  • Fornire, se necessario, di attrezzature adeguate, come ad esempio occhiali di protezione o guanti.
  • Rispettare le dosi indicate: l’utilizzo di più la quantità non è sinonimo di maggiore efficacia, ma più a rischio.
  • Applicare ogni prodotto nelle aree e il modo in cui che l’etichetta ti dice di.
  • NON MESCOLARE o l’uso di altri prodotti perché può rilasciare gas tossici e produrre reazioni chimiche pericolose. NON MESCOLARE candeggina con salfumán, o di ammoniaca o di qualsiasi altro prodotto.
  • Non gettare nel wc.
  • Salvare ben in un luogo fuori dalla portata dei bambini.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter