Come lavarsi i denti correttamente in sette semplici passi

Come lavarsi i denti correttamente in sette semplici passi

Aisha, lettore e partner di avnotizie.it, solleva la seguente domanda in una e-mail: “Sono una delle persone che mi lavano i denti ogni giorno tre o più volte al giorno, ma di di tanto in tanto ottengo una cavità, quando non una tenerezza nella radice dei denti a causa del tartaro. Il mio dentista dice che è perché probabilmente non mi lavo i denti correttamente, ma non chiarisce quale sia la forma perfetta e raccomanda solo dentifrici di marca e risciacquo. Mi chiedo se ci sia davvero un modo giusto per spazzolare e se può essere spiegato in pochi semplici passi.” 

Si tratta di qualcosa di più di un semplice passaggio del pennello…

Per rispondere presto alla barca di Aisha, dille che uno studio del Consiglio Generale dei Farmacisti ha concluso nel 2007 che l’80% della popolazione ha una scarsa igiene orale che porterà a problemi con il tempo; è molto probabile che la situazione non sia migliorata da allora, e la ragione è la diffusa ignoranza che abbiamo sul modo corretto di lavarci i denti.

Sapere in prima persona quale dovrebbe essere il protocollo corretto quando spazzolare le nostre parti dentali abbiamo contattato il dentista Jaume Vigo, che prima di tutto chiarisce una domanda per lui fondamentale: “pulire bene le dentiere non si sta solo lavando i denti. Con questo il Dr. Vigo vuole chiarire che “il pennello, almeno nel piano dell’ideale, è solo un pezzo in più di quello che dobbiamo usare per la corretta igiene orale”.

Vigo aggiunge filo interdentale, pennelli interpsimali e collusione al pennello”, “di due tipi: alcol e non alcolico”. Egli spiega che “per una buona salute orale dobbiamo usare tutti questi elementi almeno due volte al giornoe anche se sarebbe l’ideale farlo dopo aver mangiato e prima di coricarsi, è sufficiente che sia al mattino e a letto.”

“Questa ultima pulizia è fondamentale e insostituibile”, aggiunge, sottolineando: “È la più importante della giornata perché dopo di essa passeremo otto o più ore quando la bocca avrà meno saliva e quindi meno difese (la saliva esercita funzioni biocidali, come spieghiamo in Dieci curiosità di saliva che sicuramente vi sorprenderanno), che favorisce la proliferazione di cavità e microbi del sarro dei dentii due principali problemi che ci infestano nella salute orale”.

Meglio un pennello morbido

Il dentista anche apostoller che non sempre ha bisogno di pulire i denti subito dopo aver mangiato, perché se avete mangiato prodotti acidi come insalate con aceto, mandarini o arance, si consiglia di attendere il almeno quindici minuti per bilanciare il pH della boccaperché “l’eccessiva acidità indebolisce la piastra dentaria e se andiamo subito a spazzolare corriamo il rischio di danneggiare lo smalto”.

A questo proposito consiglia spazzole morbide e più tempo di spazzolatura rispetto al medio o duro“che può influenzare la gomma causando ferite e persino graffiare smalorali che sono scarsamente mineralizzati, favorendo così gli insediamenti di tartaro e Carie. Infine, per quanto riguarda il tipo di dentifricio raccomanda che abbia fluoruro perché aiuta a mineralizzare lo smalto.

Tuttavia, egli dice che “è meglio lasciare questa decisione nelle mani del nostro dentista, dal momento che se la persona ha un pH orale piuttosto semplice non è così esposto alle cavità per quanto riguarda i problemi parodontali e tartari, quindi sarà meglio una pasta che si prende cura di gengive.” A questo proposito si consiglia l’articolo Si consiglia di utilizzare il dentifricio al fluoro? .

Come lavarsi i denti correttamente

Entrando nel soggetto, Jaume Vigo spiega che questo sarebbe il protocollo ideale di pulizia orale che dovremmo implementare almeno tre volte al giorno – e ancora di più quando mangiamo tra le ore -, sempre dopo la pasti:

  1. Noi puliremo la bocca per rimuovere grandi resti solidi che potrebbero essere stati tra i denti aderenti.
  2. Noi passeremo un pennello interprossimale tra la base dei denti e dei denti, fai sempre attenzione a non causare lesioni.
  3. Sciacquaremo nuovamente la bocca con acqua per rimuovere i resti rimossi.
  4. Noi passeremo il filo interdentale per estrarre i resti intrappolati dove i denti rimangono più insieme; lo faremo con grande attenzione a non danneggiare le nostre gengive, come singhiozzi possono essere taglio; per fare questo, invece di tirare verso l’interno se vediamo il filo resiste muovendosi verso l’instersticia, lo faremo scorrere avanti e indietro, come se stessimo segando, fino a quando non si mette tra i denti.
  5. Ritorneremo a sciacquare la bocca, questa volta con una collusioneper almeno un minuto. È conveniente una volta al giorno usare una collusione con l’alcol per eliminare possibili saprofiti che rimangono in aree nascoste di impianti, ponti e maniche, ma il resto del tempo lo faremo con uno analcolico. Dovremmo anche evitare la clorossia.
  6. Passeremo a a lavarci i denti con un movimento di scopa dall’alto verso il basso e sia all’interno che all’esterno, come se avessimo finito di rimuovere i resti, che è ciò che stiamo essenzialmente cercando di raggiungere. La spazzolatura ideale dovrebbe durare da due a tre minuti e dobbiamo anche passare il pennello in scopa attraverso l’altopiano dei denti, specialmente nel caso delle paste al fluoro, in modo che questo elemento sia depositato in aree di cavità e agire come alcalino r e biocidio.
  7. Infine sciacquamo per per rimuovere i resti di dentifricio.

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscrivetevi alle nostre newsletter

Controlla anche

E' vero che se otteniamo i capelli grigi, i nostri capelli cadranno meno?

E’ vero che se otteniamo i capelli grigi, i nostri capelli cadranno meno?

Xosé, lettore e membro di avnotizie.it, ci pone la seguente domanda in una e-mailHo 35 …

Paura del volo: può essere superata?

Paura del volo: può essere superata?

Alcune fobie sono un grosso problema per molte persone. Oggi, quando l’aereo è diventato un …

Dieci cose che la tua bocca rivela sulla tua salute generale

Dieci cose che la tua bocca rivela sulla tua salute generale

Molti esperti in odontoiatria e stomatologia usano la figura che “la bocca è la finestra …