Con la fine dell’isolamento imposto per ridurre la diffusione di Covid-19 e la chiusura di bar e ristoranti, molte persone sono alla ricerca di un modo produttivo per passare il tempo nelle loro case. Cucinare e provare nuove ricette è una delle attività che ci aiutano a tenerci occupati. Cosa succede con il cibo in questi giorni? Non bisogna prestare particolare attenzione durante la manipolazione di loro?

Per il momento non vi è alcuna prova che il cibo e l’acqua può essere un percorso di trasmissione il virus che provoca la malattia Covid-19, riconosciuti nel Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA), come neppure i precedenti epidemie di coronavirus, come la SARS-Cov e MERS-Cov. Non vi è alcuna prova che il nuovo coronavirus è diverso in questo senso. Vi è inoltre la prova che gli animali domestici e animali da fattoria per giocare un ruolo nella diffusione del virus SARS-CoV-2.

Tuttavia, è consigliabile adottare alcune norme di sicurezza alimentare. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha emanato una serie di raccomandazioni che includono consigli sul monitoraggio delle buone prassi di igiene durante la manipolazione e la preparazione del cibo.

In tutti i casi, la chiave è in igienequalcosa che ha trascorso settimane insistendo autorità sanitaria. E anche, come è ricordato dalla Food and Drug Administration (FDA), è essenziale seguire le quattro operazioni di base per la sicurezza alimentare: pulire, separare, cook and chill.

Come parte delle azioni di prevenzione, giorno per giornoin cucina abbiamo:

  • Lavare le mani prima e dopo di manipolazione degli alimenti. Se, durante il trattamento tosemos, giocare con denaro o altri oggetti, è necessario lavárnoslas con completezza. È importante lavarsi le mani, perché attraverso di loro si può disperdere microrganismi e contaminare gli alimenti.
  • Pulire e disinfettare tutte le superfici dove siamo manipolare il cibo. quando si utilizza candeggina come disinfettante, si devono seguire le istruzioni del produttore. Il Centri per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione (CDC) di consigliare diluire quattro cucchiaini di candeggina per ogni litro di acqua. Oltre a controsoffitti questo può essere fatto anche per altri oggetti che vengono toccate frequentemente, ad esempio tabelle, interruttori della luce, maniglie delle porte, ecc, Non si sa con precisione quanto tempo sopravvive il nuovo coronavirus su tutte le superfici, anche se tutto indica che si comporta come gli altri coronavirus, quindi, possono persistere sulle superfici per poche ore o diversi giorni (dipende dal tipo di superficie, la temperatura o umidità).
  • Lavare la frutta e la verdura sotto un getto di acqua o con un po ‘ di candeggina per uso alimentare, se vogliamo rimanere più calmo, ma questo sarà fatto dopo aver rimosso tutti i residui di sporco che possono avere verdure.
  • Per evitare la cross-contaminazione tra alimenti cotti e crudi. I taglieri e gli utensili che utilizziamo sarà diverso per le prime e per i cibi cotti, e devono essere separati bene.
  • In frigo deve essere cucinato sugli scaffali dei top e crudo sul fondo.
  • La cucina è l’ultima delle azioni per la sicurezza degli alimenti in cucina. Farlo bene, soprattutto a base di carne, pollo, uova e pesce. Dobbiamo soggetto il cibo per almeno 75ºC per eliminare eventuali agenti patogeni che possono essere presenti. Per analogia con altri noti coronavirus, questo è sensibile alle temperature di cottura. Pertanto, un il trattamento termico di circa 60 ° c per 4 minuti consente di dividere da 10.000 contaminazione di un alimento, secondo l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Alimentare, l’ambiente e la Salute sul lavoro, francese (ANSES).
  • Lavar e asciugare i piatti in lavastoviglie a 60 ° c o più. Questo è efficace per eliminare ogni rischio. Come con il sapone, è probabile che il liquido detersivo per lavastoviglie inattivo anche il virus.
  • L’aceto non è un buon disinfettante. L’aceto può essere utile per il lavaggio, ma non sterilizzato, è inutile per la maggior parte dei microrganismi e virus, tra cui il coronavirus.
  • Non condividere il cibo o bevande.
  • Dobbiamo essere molto più meticolosa con tutte queste pratiche se qualcuno in casa nostra devono essere messi in quarantena a causa del coronavirus. Nel caso In cui qualcuno è infetto, si dovrebbe evitare di maneggiare il cibo e anche di toccare le superfici che possono venire in contatto con alimenti.

Come ci ricorda l’ANSES, una possibile trasmissione da parte di un cibo implica necessariamente la contaminazione di cibo da parte di una persona malata o infettate dal virus durante la manipolazione degli alimenti, se si tratta di un prodotto animale e vegetale. Ma, con le conoscenze che si hanno, fino ad ora, scarta la trasmissione del virus attraverso l’apparato digestivo diretta.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter