“Il sale è l’unico prodotto che cambia la cucina”, ha dichiarato una volta chef Ferrán Ardrià. Questo perché il cloruro di sodio aggiunge un sapore salato, qualcosa che gli esseri umani sono nati programmati per adorare (e hanno bisogno di vivere). Ma non solo: il sale è anche quell’ingrediente in grado di portare un piatto triste al livello successivo.

Chiedete se non a quelli che non possono prendere il sale. Inoltre, questo prodotto vive la sua rivoluzione culinaria ed è sufficiente per dartiintorno alla linea del supermercato sapere che comprare il sale non è più quello di una volta. Ora puoi sceglierlo raffinato o non raffinato, ma anche in scaglie, sale rosa, sale nero e diversi gusti, per fare solo alcuni esempi.

Ma mentre un mucchio di fiocchi di sale circa 15 euro al chilogrammo (kg) – gli altri valgono di più -, quando si veste di limone sale a 33 euro. D’altra parte, alcuni dei cosiddetti “sali neri” differiscono solo per un componente rispetto al sale base.

Aggiungono pepe nero (anche se quello vero prende il suo colore dallo zolfo, poiché la sua origine è vulcanica). Ma solo per l’aggiunta del pepe nero, ti fanno pagare il doppio, circa 30 euro / kg. Lo stesso accade con il sale alle erbe, per il quale ci chiederanno circa 25 euro / kg. La buona notizia: puoi preparare i tuoi sali aromatizzati a casa. Ed è così facile!

La ricetta di base è semplice come sembra: solo mescolare gli ingredienti, asciugare e conservare. Certo, puoi usare un macinacaffè o un robot da cucina: in questo caso aggiungi una manciata di sale marino non raffinato con i tuoi aromi preferiti (erbe, scorza di limone secca, ecc.) Anche se sei della vecchia scuola, vorrai tritare le erbe a mano o schiacciarle in un mortaio per rilasciare lentamente tutto il loro sapore.

Puoi usare erbe aromatiche classiche come timo o aneto, oppure optare per un tocco speziato, con qualche peperoncino. Ottimi anche i sali di agrumi, con scorza di limone o arancia (e un po ‘di succo), per non parlare del sale con i funghi secchi. [Hace unas semanas te contamos el truco para que las hierbas aromáticas duren más tiempo frescas.]

Il trucco cruciale da non saltare: lascialo farela miscela si asciuga completamente, almeno 24 ore. Il modo più semplice per ottenere questo risultato è stenderlo in uno strato il più sottile possibile su un vassoio e posizionarlo in un luogo caldo e arioso. Quindi, non resta che mettere il sale aromatizzato in un contenitore con chiusura ermetica fino a quando non ne avrai bisogno. I sali aromatizzati possono essere conservati senza problemi per diverse settimane.

Altre idee? Il sale si abbina bene rosmarino, finocchio o con semi di sedano, un ingrediente che concentra tutti i sapori. Ma il processo diventa più interessante se mescoliamo più erbe o aggiungiamo alcune spezie e, perché no, l’aglio. [Hace unas semanas te contamos cómo cultivar tu propio ajo en casa con los dientes que compras en el súper.]

Un promemoria: il sale in eccesso può essere dannoso per la salutee l’OMS consiglia di non assumere più di 5 g al giorno (poco meno di un cucchiaino di caffè). Questa quantità include ciò che aggiungi ai piatti, ma devi anche tenere conto di ciò che è già presente nel pane, nelle salse e in altri cibi preparati. Non c’è altra scelta che utilizzare questo ingrediente con abilità e misura per ottenere il meglio dai nostri piatti.

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter