Il Ministero della Salute forze, dal 21 maggio per utilizzare le maschere in spazi chiusi, sul trasporto pubblico e sulla strada se non è possibile garantire la distanza di sicurezza di due metri (in spazi aperti con una certa accumulazione di persone). Il provvedimento risponde ai possibili effetti che possono avere desescalada.

Questo significa, quindi, che la nostra pelle sarà più tempo a contatto con questa misura di protezione. Come questo può avere un danno collaterale sulla nostra pelle? Secondo uno studio pubblicato nel Journal of American Academy of Dermatology, è stato individuato nel collettivo sanitario (medici e infermieri) un aumento delle lesioni sulla pelle causata dalle misure di protezione per fermare l’infezione.

Se è vero che il loro tempo di questi professionisti con la maschera è molto maggiore rispetto a quella di essere in grado di passare una persona che non lavora nel campo della salute, le misure dovrebbero essere adottate per la nostra pelle a rimanere sana perché il suo uso può essere fastidioso, soprattutto se si soffre di una qualsiasi alterazione della pelle che può essere aggravata con questo utilizzo.

Quali danni può avere la maschera sulla nostra pelle

Una maschera, in modo che possa svolgere la sua funzione, essa deve essere conforme bene al viso, soprattutto nella parte della fronte e del naso, per garantire che essi forniscono la massima protezionevi diciamo quali sono i diversi tipi di maschere qui). Quando si mescolano l’umidità del respiro, il calore e lo stress che genera un ambiente caldo ed umido sotto la maschera, che, a volte, possono causare problemi e il disagio della pelle.

E non è che l’attrito e lo sfregamento della maschera con la pelle e il sudore intrappolato sotto può causare la pelle barriera di rompere, perché crea un microclima a tenuta stagna. Diversi studi parlano della comparsa di condizioni dermatológcias mediante l’uso di dispositivi di protezione individuale e un igiene personale eccessivo in salute e in persone che hanno una qualche patologia o problemi precedenti, come ad esempio allergie o dermatite seborroica, una condizione legata allo stress.

Sono state descritte, per esempio, la pressione ferite, dermatiti da contatto, prurito, orticaria da pressione e le complicazioni della pelle malattie già esistenti, come ad esempio l’acne, soprattutto sul mento e il naso. Ed è che, ogni volta che si deteriora la barriera della pelle, irritazione, arrossamento, e marchi non solo il viso ma anche dietro le orecchie, una parte in cui si verifica anche strofinando il contatto con i tubi, o nastri che tengono.

Come risolvere i problemi delle maschere

In vista di che sembra che andremo ad iniziare ad abituarsi all’utilizzo di maschere nel nostro giorno per giorno per un po ‘ di prevenire le infezioni, è importante prendere in considerazione alcuni rimedi. Perché dobbiamo coccolare la nostra pelle più che mai e darti le cure di cui hai bisogno. Accademia spagnola di Dermatologia e Venerology (AEDV) consiglia di lavare il viso con un sapone delicato e applicare una crema idratante senza profumo nelle aree di maggior contatto e protettivo per la pelle circa un’ora prima di indossare la maschera.

In questo modo, diminuisce l’attrito tra la pelle e la maschera; quando il volto è l’usura da attrito, lo strato superiore della pelle rilascia acqua e, quindi, la pelle perde la sua naturale umidità e diventa una barriera protettiva meno efficace contro la maschera. Inizia quindi con l’essiccazione, cracking, e, alla fine, diventare infiammata.

Oltre all’idratazione, è importante utilizzare, prima di indossare la maschera, il sapone indicato per pelli intolleranti pH neutro o anche senza sapone e asciugare senza strofinare, dando poca luce toccando il movimento. È inoltre possibile applicare qualche prodotto che agisce come una barriera con la pelle, come la vaselina, soprattutto nelle aree più importanti come il taquique naso e zigomi.

Nel caso In cui si dispone di un qualche tipo di allergia o di un infortunio precedente, dobbiamo proteggere questa zona con una crema barriera e coprire con una medicazione. In questo modo sarete protetti dall’attrito della maschera. È consigliabile non applicare il trucco in una zona che è coperto sotto la maschera perché la pelle non può “respirare” bene. Se lo facciamo, è importante evitare di trucco sulle aree che sono coperti (di qualsiasi sostanza che può essere irritante o ostruire i pori devono essere evitati sotto la pelle di copertura).

Mentre si indossa la maschera, dobbiamo anche prestare attenzione ai segnali che ci invia la pelle. È molto importante tenere pulito sotto la maschera a tutti i tempi e, nel caso in cui è necessario utilizzare per un lungo periodo di tempo, è raccomandato per alleviare la pressione ogni due ore. In modo che le gomme non sfregare contro la parte posteriore delle orecchie per tutto il tempo, siamo in grado di produrre una sorta di striscia che una delle due bande di gomma dietro la testa, che impediscono che questi sono supportate direttamente nelle orecchie.

La cura necessaria quando si disegna la maschera

Di nuovo, l’idratazione della pelle è la chiave, e si lavano bene con un detergente con un pH bilanciato per rimuovere lo sporco ma che è anche morbido. Pertanto, si dovrebbe non avere profumo a non dovrebbe irritare la pelle. Un detergente per il viso rigido può influenzare e alterare lo strato esterno della pelle e aumentare il rischio di secchezza e l’infiammazione. Se, dopo aver utilizzato la maschera, irritazione o eczema, può essere utilizzato creme anti-infiammatori per la notte, come topici cortisonici, per circa 5-7 giorni.

Se viene utilizzato una maschera di stoffa, l’attenzione dovrebbe essere data al tipo di tessuto perché questo può fare una grande differenza tra l’avere problemi di pelle o meno. Se una persona è incline ad avere l’acne, è meglio evitare di tessuti di poliestere, nylon o rayon, perché tendono a intrappolare il sudore sotto e, di conseguenza, aumenta il rischio di irritazione. Può essere utilizzato uno strato interno realizzato in materiale assorbente come il cotone, che aiuta ad eliminare un po ‘ di sudore e con meno probabilità di causare epidemie.

Lo strato esterno della maschera può essere di un tessuto più spesso per fornire maggiore protezione contro i microbi, mentre lo strato interno, a contatto con la pelle, dovrebbe essere più morbida, naturale e traspirante, 100% cotonecome una t-shirt o fogli. Panno maschera di protezione sono riutilizzabili, quindi, tra l’uso e l’uso deve essere lavato con acqua calda dopo l’uso; è importante evitare l’uso di detergenti con profumi e additivi che possono irritare la pelle. È meglio avere più di una maschera per ruotarli.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter