Cinque vini rossi spagnoli che vi sorprenderanno e non sono Rioja o Ribera del Duero

Cinque vini rossi spagnoli che vi sorprenderanno e non sono Rioja o Ribera del Duero

In tutta la geografia spagnola, compresi gli arcipelaghi, abbiamo solo 95 Denominazioni di Origine Protette (DOP) e non meno di 42 Indicazioni Geografiche Protette (IGP o Vinos de la Tierra). Tuttavia, nella maggior parte dei locali predominano i vini della rinomata Rioja e della Ribera del Duero. Non necessariamente perché i proprietari di bar, ristoranti e supermercati non vogliono incorporare i buoni vini della loro terra, ma perché i clienti non li chiedono così tanto da non diventare stantii in bottiglia.

“Ho anche fatto andare un turista da qui perché ho solo vini delle nostre quattro denominazioni regionali”, lamenta il proprietario di un bar nel Tubo de Zaragoza che è stato costretto a cambiare la sua politica per la promozione dei vini locali. Probabilmente rappresenta molti altri commercianti di vino provenienti da tutta la penisola. Ma il problema non è solo che i turisti non sono abbastanza curiosi da poter degustare i vini locali quando viaggiano: “come possiamo biasimarli se i nostri connazionali continuano a chiedere la Rioja o la Ribera e non si preoccupano di scoprire cosa abbiamo in casa”, analizza il suddetto albergatore.

Ebbene, per suscitare quella curiosità e aprire i palati a provare vini di altre denominazioni presenti sulle lavagne o sugli scaffali dei supermercati, vi consigliamo qui cinque vini rossi molto facili da trovareBuoni, belli ed economici (nessuno di loro supera i 15 euro). E proponiamo anche che cosa abbinarle, che per poterle bere bisogna accompagnarle con qualcosa di solido.

1. Parlare del silenzio

E’ entrato negli stabilimenti di tutta la Spagna grazie ad una buona distribuzione e ai premi che ha ricevuto in diversi concorsi. Non per niente, è stato scelto il miglior vino della Spagna dall’Associazione spagnola dei giornalisti e scrittori di vino (AEPEV) per 4 anni di fila. Se volete iniziare dalla parte superiore della gamma numerata, andate per il discorso n. 1 e n. 2 per circa 150 euro.

Ma sicuramente basta assaggiare le ultime annate, a prezzi inferiori ai 10 euro, per godersi il loro Assemblaggio di Cabernet Sauvignon, Syrah e TempranilloIl fruttato e la carnosità lo rendono ideale per conigli, quaglie, pernici o quel tipo di carne più bianca. Vedrete che l’Estremadura ha superato la sua cattiva reputazione di produttore di vini duri e sia le Bodegas Habla, che si trova nella zona di Trujillo, che la Ribera del Guadiana DO, stanno facendo cose che vale la pena provare. Pagina web: Le cantine parlano.

2. Matsu

In giapponese significa “aspettare che la natura compia il suo tempo senza cercare di interferire o accelerare i processi”, una pratica comune nel DO Toro (Zamora) da quando ha iniziato a produrre vino nella zona già nel XIII secolo. Questo è assicurato dal sito web del progetto che ha etichettato il suo vino giovane di Tinta de Toro con l’immagine di un ragazzo di paese forte, sfacciato e coraggioso, Il furfantesotto i 10 euro.

Quel seduttore delle papille gustative, a poco a poco, ci ha fatto conoscere tutta la sua famiglia, quale migliore: El Recio>, succoso ma facile da bere; seguito da Il vecchio (circa 35 euro) e dal trisavolo, il Matsu 2009, che ovviamente si è lasciato abbracciare da una buona bistecca. Per non lasciarsi ingannare dalla loro setosità e fruttuosità, vi avvertiamo che questi dolci hanno 15º di corpulenza, non importa quanto bene entrano. Pagina web: Matsu.

3. Incrocio

L’uva Bobal è nativo del DO di Utiel-Requena e, in particolare, è stato l’enologo Toni Sarrión ad averlo dignitoso affinché non venga trasportato su pallet in altre zone viticole. Lui, noto anche come Dr. Bobal, ha fatto il giovane e divertente La Traca per Risky Grapes, ma soprattutto sta guadagnando fama e riconoscimenti internazionali alla Bodega Mustiguillo.

All’interno del suo DO Pago El Terrerazo, il primo Pago del Levante e del Mediterraneo, si consiglia di iniziare con il Vino de Pago Mestizaje, un coupage da bobale con tempranillo, cabernet sauvignon, merlot e shiraze fare il salto al 100% Bobal della Finca Terrerazo, una delizia. Metteteci cucchiai di sapori forti, che non riusciranno a sopportarlo. Pagina web: Cantina Mustiguillo.

4. Juan Gil

Se c’è un vino che è accessibile e con il quale non mancherebbe una cena romantica o uno spuntino con gli amici, è Juan Gil, del Jumilla DO, che copertine tra Albacete e Murcia ed è in concorrenza in termini di qualità con quelle più orientate al mercato. Juan Gil Bodegas Familiares si occupa delle terre aride di Jumilla dal 2016, e l’enologo Bartolomé Abellán sta mettendo i suoi vini nella lega in cui si trovavano già.

Troviamo difficile scegliere uno dei vostri Monastrell 100% perché l’etichetta gialla è molto ben bilanciata per l’abbinamento con riso, verdure, funghi, stufati, salsicce… Ma l’Etichetta d’argento è impeccabile per innaffiare pesce e frutti di mare in salsa, cibi affumicati, formaggi forti, agnello, manzo e toro, ecc. Sito web: Juan Gil Bodegas Familiares.

5. Tilenus

Tilenus non poteva fallire per diversi motivi: l’uva mencia emerge in tutta la sua morbidezza nel clima del Bierzo DO, meno estremo rispetto alla brughiera di Leon e meno umido del Galiziano. Ma se prima erano considerati troppo leggeri, poi è arrivato Raúl Pérez, che mette in prospettiva la sua nomina a miglior vignaiolo del mondo.

Pérez ha iniziato a produrre a Bodegas Estefanía alcuni potenti ed eleganti vini mencía, con molte interessanti e fresche sfumature, quelli che si possono bere senza mangiare nulla al tramonto. Scegliamo in particolare il Pagamenti Tilenus Posada perché i suoi 12-18 mesi in canna gli danno quel… pugno dal legno alla mencia che lo rendono spettacolare per la diffusione di salse per cinghiali, cervi, coda di bue, formaggio di pecora, ecc. Pagina web: Cantina Estefania.

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter

Controlla anche

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Simona, lettore e partner di avnotizie.it, ci scrive spiegandoci il seguente problemaHo una stanza in …

Dieci vini bianchi che vi faranno riconciliare con il DO Rioja

Dieci vini bianchi che vi faranno riconciliare con il DO Rioja

Forse crediamo che la DOC Rioja non possa più sorprenderci perché è quella che abbiamo …

Sette consigli per sapere dove e come mangiare i calçots se non si vive in Catalogna

Sette consigli per sapere dove e come mangiare i calçots se non si vive in Catalogna

Le Calçotadas sono una tradizionale e popolare celebrazione catalana che è diventata di moda in …