Al momento della ricerca attività per intrattenere e affrontare la quarantena vincolato dalla pandemia di coronavirus, i giochi sono, senza dubbio, una delle migliori opzioni. Non solo per i bambini, naturalmente, ma anche per gli adulti e per il gioco in famiglia. Una classe di giochi che è vecchio di secoli e ancora non perde di forza tra le persone di tutte le età sono i giochi di carte.

I giochi, inoltre, non sono solo per divertire. Come ipotizzato nei Julian Lacalle e Julio Monteverde nel suo libro Invito alla volta di esplosivo (Ed. Sesto Piano, 2018), “ci sono due tipi di giochi: essi servono per ammazzare il tempo e quelli che vivono la“. Questi ultimi, che fanno vivere il tempo, sono quelli “la cui dinamica permette di sperimentare il piacere di essere vivi in modo sorprendente, l’apertura di un nuovo percorso, al momento.”

In questi giorni, quando così tante persone sono costrette a condividere più tempo di quanto avrei immaginato, con la famiglia o con le persone con cui si convive, non è una cattiva idea, per garantire che il tempo trascorso in attività condivise -come i giochi – significa anche un tempo di approfittare e godere. D’altra parte, in aggiunta, i giochi di carte rappresentano un “ginnastica mentalecomposto di attenzione, di memorizzazione di carte che già giocato, e quindi quelli che sono sul punto di apparire, di eseguire calcoli matematici, ecc

Tutti che aiuta a mantenere il cervello in azioneche è equivalente a-soprattutto per gli adulti più anziani – per mantenere giovane il cervello. Che cosa ha trovato uno studio pubblicato nel 2015 dai ricercatori dell’Università del Wisconsin-Madison, negli Stati uniti, secondo cui le persone che hanno partecipato alle attività cognitive “, come i giochi di carte” aveva un volume maggiore in regioni specifiche del cervello, rispetto ai soggetti che hanno giocato molto poco o non ha mai giocato.

In modo che il gioco comporta molteplici vantaggi: buon divertimento e godetevi il tempo condiviso, per allenare il cervello. Pertanto, si propone di seguito cinque giochi di carte per questi giorni di reclusione.

1. Brisca

La brisca può essere giocato tra due, tre o quattro persone. In sostanza, il gioco consiste nel trattare tre carte a ciascun partecipante e poi giocare con i trucchi: ogni giocatore mette sul tavolo una lettera-da-round, e quello che è andato giù il valore più alto piglia tutte le altre. Alla fine di ogni mano, si aggiunge il valore delle carte accumulate e sommate i punti in funzione di esso.

Quello che è interessante è che questo valore non corrisponde esattamente con la numerazione delle carte: gli assi sono, più punti assegnati, seguita da tre, re, cavalli e fanti. Tutti gli altri non danno punti. Per visualizzare le regole in dettaglio, è possibile controllare questo sito oppure guarda questo video.

2. Scopa

Nel gioco della scopa, la matematica occupa un posto fondamentale. L’obiettivo di ogni giocatore è quello di trovare, tra le carte in mano, uno o più di la che sono a faccia in su sul tavolo aggiungere fino a 15. Se lo fa, si porta a tutto il lotto che soddisfano questo requisito; in caso contrario, lasciare qualsiasi delle sue lettere tra quelli presenti.

Alla fine apprezza non solo di chi ha preso la maggior parte della quantità di lettere, ma anche che hanno accumulato più cartepiù sette (specialmente medaglie d’oro), e più ginestra, che si ottengono quando, aggiungendo alle 15, si alzano tutte le carte a faccia in su e lascia il tavolo vuoto. In questo link, le regole in dettaglio.

3. Chinchón

Un vero classico dei giochi di carte. In questo caso, a differenza di quelli già descritti, qui non ci sono carte di vista, ma sono sempre di più nelle mani dei giocatori: ogni persona vede solo le proprie carte. L’obiettivo è formare i giochientrambe le scale (le carte dello stesso seme con numeri consecutivi) come una serie di carte con lo stesso numero di semi diversi).

Quando qualcuno lo fa, si taglia fuori gioco e visualizza i loro giochi, mentre altri mostrano le carte rimanenti e aggiungere i loro valori. A chinchón, la cosa positiva è non per accumulare punti, ma che costruire altri. Come non ci sono lettere di vista, è una costante tensione con l’incertezza di quando la mano arriva alla fine. Maggiori dettagli su questo sito o in questo video.

4. Asso, due, tre

Questo gioco è molto semplice. Ciò che conta, più che altro, è essere veloce e prestare attenzione. Sono trattate tutte le carte tra i giocatori e questi tengono in una pila a faccia in giù, senza guardarle. La prima pesca la prima carta del suo stack e la mette sul tavolo, a faccia in su, e dice: “ace”.

Il secondo fa lo stesso e dice “due” e il terzo “tre”, e così via. La maggior parte delle volte, la lettera visualizzata non corrisponde al valore consegnato, ma quando ciò accade, il giocatore successivo deve essere attento a scoprirlo, perché se non, avrà tutte le carte al centro del tavolo. Il vincitore è il giocatore che per primo a sinistra senza carte in mano. Una spiegazione più dettagliata, qui.

5. Ronco

Anche se è particolarmente adatto per i grandi gruppi, può essere anche divertente se giocato da quattro persone. Come è anche molto semplice, possono giocare i bambini molto piccoli. Occupa una carta per ogni giocatore, e ciascuno di essi può scegliere, a sua volta, il soggiorno con il quale ha suonato nel destino o a cambiarlo con il giocatore successivo, che può solo rifiutare se ha in mano un re.

E che il re è la carta più fortedal momento che (in questo gioco) il valore di ogni carta è indicato dal suo numerazione. Rifiutando di cambiare, che il giocatore deve mostrare la tua tessera e un problema russare, una tradizione da cui deriva il nome del gioco. Per renderlo più divertente, si può introdurre variazioni nel suono che deve essere eseguita. Il regolamento completo può essere trovato a questo link.

Se non si vuole perdere qualsiasi dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter