Cinque cava da fuori dei Penedes che vale la pena conoscere

Cinque cava da fuori dei Penedes che vale la pena conoscere

Sappiamo già che uno champagne francese non è lo stesso, come una cava della Denominazione di Origin Cava, di uno spumante galiziano o di uno spumante italiano. Non è lo stesso e molti enologi si rifiutano di confrontarli perché sostengono che questi sono processi diversi, come abbiamo spiegato ai loro tempi nel I tre aspetti che lo champagne differenziano dal cava.

Tuttavia, Joan C. Martàn, l’autrice di vini della guida I migliori vini del super (Ediciones Anaconda), dove i dodici migliori vini spagnoli del super per meno di 10 euro sono rivelati, dice che “l’attuale qualità del cava è il migliore della storia” e che “non è diventato un prodotto così buono, eccellente e felice come quello che viene fatto ora, e non solo in Catalogna”.

Con questa premessa, ci poniamo un’altra domanda: ci sono cava, in altre regioni della Spagna, paragonabili ai catalani? Questi, per tradizione, sono i più rispettabili e infatti il Consiglio regolatore Cava ha sede a Vilafranca del Penedes dal 1959. La ragione è che Penedés e Anoia sono le regioni più fruttuose dello Stato. Ma nella regione di Cava, riconosciuta dall’UE, ci sono altre comunità autonome come Extremadura, Aragona, Rioja, Navarra e Valencia

Questo è tale che ogni volta che le sue elaborazioni seguono il metodo tradizionale di seconda fermentazione in bottiglia e invecchiato in cava, cioè nel buio della cantina. Non ci sono molte ma piuttosto poche aziende vinicole che si dedicano alla realizzazione del proprio prodotto, dal momento che la maggior parte della produzione di queste regioni va alle cava della Catalogna. Ma alcuni di loro fanno un vino davvero notevole.

Tuttavia, la sua produzione copre a malapena una piccola parte della domanda di cava prodotta annualmente in Spagna. Tuttavia, è una buona cosa farli conoscere, dopo averli assaggiati, per chi ama il prodotto a chilometro zero, o se si vuole vicinanza, che si distingue per il suo rapporto tra qualità e prezzo. 

Cinque cava non catalane che valgono la pena

  • V’a de la Plata Brut Nature Coupage (Estremamadura): nel 1983 fu spalancato a Bodegas Vàa de la Plata la prima bottiglia di spumante vino prodotto a Extremadura, in particolare ad Almendralejo. Già nel 1985 la città dell’Estremadura era autorizzata a produrre spumante sotto la Denominazione di Origin Cava, con la Cava Di la Plata che era la prima cava dell’Estremadura. Non troverete nessuna delle sue nature brut, linee brut o semi-secche, da macabeo e parellada, a Chardonnay o Rosado Brut, anche in Giappone. Prezzo: 6 euro.
  • Particolare Garnacha Blanc de Noirs (Aragàn): In Aragon troviamo tre marche di cava: Boride, Kings of Aragon e Particular Garnacha Blanc de Noirs, che è quello che abbiamo scelto molto apposta perché è un brut nature elaborato con la varietà più rappresentativa della regione, come avanziamo in questo articolo su Grenache. E l’occhio, che non è rosa anche se è fatto con un’uva che risuona di rosso, perché si tratta semplicemente di rimuovere le bucce (o pelli) prima della prima fermentazione. Ma quel tocco di frutti rossi non lo perde, ma rimane fissato nelle papille grazie alla bolla fine e persistente. Prezzo: circa 12 euro.
  • Tantum Ergo Rosé (Comunità Valenciana): Nell’area di Requena, Valencia, producono anche cavas per anni, dietro le penedés. Non per niente, hanno l’Associazione di Cava Ders de Requena. Nel 2005, la natura brut di Pago de Tharsys è stata nominata la migliore cava in Spagna nel 2005, e lo stesso titolo è stato vinto il Tantum Ergo Rosé, da Bodegas Hispano-Suizas, per diversi anni consecutivi. Hanno deciso di adattare il tipico pinot nero dello champagne francese al terroir e alla climatologia di Requena e sembra che abbiano ragione, perché emerge nel vetro potente, cremoso ed equilibrato. Non escluderlo perché è rosa, stanno facendo virgens in toni rosa e non sono più sciroppo. Prezzo di acquisto dalla cantina: 22 euro.
  • Brut Vintage de Artadi 2015 (Euskadi): In Rioja Alta viene prodotto il Brut Vintage de Artadi 2015, i cui vigneti si trovano a Laguardia, Elvillar e Leza e sono basati sull’agricoltura biologica. Ciò che spicca di questa cava è che è viura al 100%, un’uva che sta recuperando il suolo e sta guadagnando in complessità con il tempo di invecchiamento senza perdere delicatezza e vivacità. Prezzo: 15 euro nei negozi digitali.
  • Brut Nature Ondarre (19659009]Navarra): Navarra ha anche una cava fatta con viura del 100%, la Nature Brut Ondarre, intensa sia nel naso (grazie ai lieviti selezionati per la sua seconda fermentazione), sia in bocca, che non lo fa, che non svanisce velocemente. Ci piace perché ha solo 11,5% alcol e uno zucchero residuo minimo di 3 grammi / litro, che è grazie la mattina successiva. Prezzo: tra 6 e 7 euro nei negozi.

Non ci sono tutti coloro che sono, ma tutti coloro che sono riconosciuti dal DO Cava, quindi se conoscete più del resto della Spagna, fatecelo sapere. Per ora, noi stiamo lavorando a fondo per degustare cava catalana per consigliarvi una classifica ben selezionata, che sono centinaia ed è molto difficile scegliere. 

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscrivetevi alle nostre newsletter

Controlla anche

Tubi di girasole: questi sono i quattro grandi rischi di mangiarne troppi

Tubi di girasole: questi sono i quattro grandi rischi di mangiarne troppi

Anabel, lettore e partner di avnotizie.it, ci scrive la seguente richiesta nel corpo del testo …

Sei semplici ricette per portare il cibo in ufficio

Sei semplici ricette per portare il cibo in ufficio

Sappiamo che non hai abbastanza tempo e non vuoi mangiare ogni giorno del ristorante e, …

Penna, che è peggio per l'ambiente?

Penna, che è peggio per l’ambiente?

Se scrivete ancora a mano, non siete un mostro: gli europei spendono ancora 737,7 milioni …