Facciamo ospiti a Natale o condividiamo la cena allo Zoom, questo 2020 abbiamo bisogno di tutto l’incoraggiamento e il conforto che possiamo raccogliere. Sfavillanti palline di Natale, luci e orpelli sembrano la scelta più ovvia. Ma se ritieni che queste feste saranno diverse e che meritano una decorazione più confortante, eccole alcune idee per realizzarlo quasi gratuitamente con quello che hai già a casa o che puoi ritirare al parco più vicino.

Alcuni fogli di carta (valgono un giornale, una rivista o un libro per bambini che hai a casa) servono per fare delle belle palle di natale di carta con cui decorare le tue pareti o l’albero quest’anno. Inoltre, avrai bisogno di una matita e una sagoma rotonda (ad esempio, il coperchio di un barattolo di vetro), delle forbici, della colla e un filo per appenderli.

La tecnica è molto semplice: devi solo disegnare dei cerchi sulla carta con il coperchio (ne serviranno circa 12 per ogni pallina), ritagliarli e piegarli a metà. Successivamente, devi mettere la colla su un lato del cerchio piegato e incollarlo su un secondo cerchio piegato. Devi ripetere finché non hai una palla; e legare la corda per appenderla. [Hace un tiempo te contamos otros 18 modos de dar una segunda vida a tus periódicos viejos.]

Era una delle stelle del creatori da Instagram le feste passate; e quest’anno si ripete. I motivi non mancano: costa poco, dato che l’arancia è de stagione, biologico, aromatico ed è certamente bello appendere al muro o sopra il caminetto; se sei tra coloro che amano questo piacere.

Per fare la ghirlanda arancione, disidratare fette di uno o due centimetri nel forno, a circa 120 ° C, per circa quattro ore. Oppure, se il luogo in cui vivi brilla ancora, prova ad asciugarli al sole. Una terza opzione è usare il disidratatore. Quando sono asciutti e freddi, puoi cucirli a una corda e hai la tua ghirlanda.

Uso rami caduti per creare la struttura di un albero di Natale appeso. Quello superiore potrebbe essere il più corto; e quello inferiore, il più lungo: in questo modo si ottiene la sagoma di un albero di Natale più classico. Con una corda (due funi per palo, una ad ogni estremità) e un chiodo soprattutto per appendere il primo, ogni ramo va annodato al ramo immediatamente superiore, in modo che penda. Così, fino a creare la sagoma di un abete.

Disidrata qualche fetta d’arancia (come se avessi fatto una ghirlanda). Una volta asciutti, puoi appenderli all’albero insieme ad altri motivi invernali, come le pigne. E se ti senti brillante, aggiungi alcuni punti salienti.

Queste pigne innevate sono molto facili da realizzare e possiamo usarle sull’albero, come decorazione sul tavolo (stanno benissimo nello screenshot Zoom) o per creare una ghirlanda, se le leghi a un ramo caduto. Le possibilità sono tante: devi solo andare in campoo un parco con alberi di pino e raccogli alcune pigne cadute.

Inoltre, è necessario farina, sale e acqua (è fare una colla ecologica); Inoltre un paio di forbici e un po ‘di corda per appenderle. Prepariamo una colla come facevamo a scuola: una parte di acqua per una parte di farina. La consistenza ideale è quella che non cola, per non mettere tutto in disordine.

Possiamo usare un pennello o un vecchio spazzolino da denti per stendere la colla sull’ananas. Quindi spolverare con un po ‘di sale grosso, che si attaccherà senza alcuna difficoltà: questo darà ai vostri ananas un aspetto lucido e nevoso. Quando il Natale è finito, puoi sempre aggiungerli al tuo bidone del compost.

Possiamo usare qualsiasi altro, ma con quello di seta, traslucido, questi stelle di carta lascia passare la luce dall’esterno e il suo effetto all’interno della casa è ancora più accogliente. Abbiamo bisogno di otto quadrati di carta per ogni stella; che possono essere dello stesso colore o diversi; e un po ‘di zelo.

Altrimenti, la tecnica è semplice: devi piegare la carta in quadrati per creare una sorta di aquilone, che formerà ciascuno dei punti. Infine, le otto comete si stanno unendo con zelo per creare la stella.

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter