Il carpaccio fashionÈ una risorsa facile che puoi imitare a casa perché, siccome si mangiano crudi, si fanno da soli, chiedendo semplicemente al macellaio o alla pescheria di affettarci un pezzo finito di carne o pesce che vogliamo.

Qualcosa di molto più sicuro che sfilettare il lombo da soli a casa, a meno che tu non abbia mani davvero abili e un magnifico coltello o un’affettatrice adattabile a diversi spessori come questo di Jata, che è il più economico che abbiamo rilevato, per 46 euro.

Ci sono anche opzioni vegetariane, sia nella verdura che nella frutta, che devi solo fare laminato con un buon coltello affilato (afferrando il pezzo da dietro per non affettare prima il polpastrello) e disporli sul piatto per decorarli con alcuni condimenti o accessori che diano loro sfumature diverse.

Ti offriamo un elenco di possibilità con le combinazioni dei condimenti divertenti che abbiamo propone Guillermo Blesa, che è stato abbronzato in ottimi ristoranti come La Vieja Bodega, Rekondo, Bal d’onsera e Hotel Mandarín Oriental Milán prima di fondare il suo Bistrónomo a Saragozza.

Manzo: lo trovate in qualsiasi supermercato di filetto di manzo ma, oltre alla vinaigrette che di solito portano, vi suggeriamo di condirlo con scaglie di parmigiano e maionese al lime o, meglio ancora, fare un pesto con 50 grammi (g) con il frullatore noci e un mazzetto di rucola, olio, sale e succo di limone.

Carpaccio di maiale iberico: Si può utilizzare qualsiasi tipo di maiale finemente sfilettato, delizioso per un carpaccio con fichi freschi, olio e sale. Potete anche guarnirlo con salsa romesco e aglio giovane candito, che si ottengono pelando la prima pelle dell’aglio, tritandoli a pezzetti e lasciandoli sott’olio a 70 gradi per 15 minuti. Conserva quell’olio per condire la preda.

Carpaccio di cervo: Nei mercati alimentari non è difficile trovare cervi, quindi chiedete al macellaio di laminarlo e fatelo contento con un trito di funghi e castagne. Oppure con una vinaigrette all’anguria, che farete sbattendo dei cubetti di anguria senza semi con una spruzzata di aceto di mele, olio e sale.

Carpaccio di merluzzo: la lonza viene laminata a crudo con l’affettatrice oppure potete acquistarla già affumicata se il pesce crudo non vi convince. Sarà delizioso semplicemente con olio d’oliva e un mandarino o un’arancia a cubetti o con pipe e semi di melograno.

Carpaccio di polpo: Dopo aver cotto il polpo per 45 minuti, si fa un rotolo spingendo con pellicola trasparente a unire alcune delle sue cosce e si congela. Da lì puoi già ottenere i filetti con l’affettatrice. L’altra possibilità è cuocere le cosce e, con il coltello, fare delle fette sottilissime. Quindi cospargiamo degli anacardi tritati e della paprika (o della paprika di La Vera). Anche se, se lo vuoi più facile, spolvera semplicemente il succo di un limone.

Carpaccio di salmone: Blesa consiglia di tagliarlo crudo, non congelato, con un apposito coltello lungo e flessibile. Una volta ben distribuito sul piatto, innaffiato con un ajoblanco e dadini di mango, sarà squisito. Per l’ajoblanco servono 200 gr di mandorle crude e pelate, tre spicchi d’aglio, 250 gr di pangrattato ammollato, 100 ml di olio d’oliva e 35 ml di aceto di vino bianco e sale. Lo passi al frullatore e hai già la salsa.

Carpaccio di branzino: ideale con olio e uova di pesce volante o trota, dalle super pentole. Oppure con una cozze in salamoia, che si ottiene cuocendo al vapore un chilo di cozze, pulendole e scartando i gusci, ma riservando l’acqua di cottura. Tritate finemente una cipolla, una carota e una costa di sedano; Aggiungere una foglia di alloro, pepe nero, cumino in polvere, 200 ml di olio, 50 ml di acqua di cottura, 50 ml di aceto di mele, sale e la polpa di cozze. Porta a ebollizione tutto il composto per 10 minuti e mettilo in salamoia non appena si raffredda!

Carpaccio di porcini: non resta che laminare i porcini con un buon coltello e spalmare sopra un cucchiaio di tahini (crema di sesamo), qualche mandorla tostata tritata e uno spicchio d’aglio.

Carpaccio di pomodori rosa: tagliare il pomodoro a fettine sottilissime e condirlo con ricotta e basilico, oppure con anguria e scaglie di bonito. Olio e sale, ovviamente.

Carpaccio di ananas: qualche fettina sottile di ananas al mascarpone zuccherino, condita con una vinaigrette di rum e miele, sarà uno scandalo. Versate rum, miele, aceto di mele, olio e sale in un bicchiere frullatore, emulsionate con una forchetta o una bacchetta e cospargetelo sul carpaccio.

Carpaccio di fragole: sfilettate le fragole fresche, non troppo morbide, e cospargetele di pepe rosa e l’olio di una scatoletta di acciughe (per dargli quel contrasto salato). A questo aggiungete uno sciroppo di lime e limone che farete bollendo 100 ml di acqua e 100 g di zucchero. Lasciate raffreddare e aggiungete lime e scorza di limone.

Se non vuoi perdere nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter