Candidosi genitale maschile: può essere scopata senza sesso?

Candidosi genitale maschile: può essere scopata senza sesso?

Luis, lettore e partner di avnotizie.it ci pone la seguente domanda nel testo di una e-mailVolevo consultarvi su un argomento che mi riguarda personalmente: la candidosi genitale maschile cronica. Non trovo medici del sistema pubblico che lo conoscono bene e vorrei che tu facessi luce sui seguenti argomenti: come può essere diagnosticata, così come a livello topico dagli essudati, ad esempio, a livello intestinale; con quale candidosi può essere confusa; quale trattamento c’è; cosa è certo nel rapporto di candidosi con zuccheri e idrati raffinati; perché ci sono persone che ne soffrono in modo cronico o ricorrente. Se tu potessi fornire informazioni come fai sempre, cioè dal rigore scientifico aggiornato, lo apprezzerei enormemente”.

Che cos’è la candidosi?

Candidosi in un’infezione fungina causata da funghi -unicellulari -unicellulari – del genere Candida e soprattutto per le specie Candida albicans. Anche se può verificarsi in diverse parti del corpo, si esprime più spesso in zone umide come i genitali, dove il fungo svolge la sua attività fermentativa e causa irritazioni, seni visibili e prurito.

Per conformazione genitale, è molto più comune nella vagina che nei genitali maschili.Infatti, di solito è la donna che passa frequentemente l’infezione all’uomo durante il rapporto vaginale. Tuttavia, nelle donne, dove la candidosi provoca prurito occasionale, l’infezione può verificarsi in vari modi, poiché lo spazio perineale che separa la vagina dall’ano è molto stretto.

Ad esempio, qualsiasi indumento stretto che si inserisce tra i glutei e tocca l’ano, come una cinghia perizoma, può servire da ponte per il fungo, che fa parte anche della nostra flora intestinale, per passare nella vagina. In un rapporto successivo il fungo può passare al pene maschile e manifestare l’infezione in modo evidente. al di là del prurito. Alla fine, il sesso orale può essere trasmesso alle labbra, ma è molto raro.

Quali sono i sintomi negli uomini?

Candidosi colpisce il prepuzio e il glande nell’uomo. Nel prepuzio provoca infiammazioni, facendo sì che questa pelle retrattile acquisisca volume e arrossamenti. Per quanto riguarda il glande, produce eruzioni cutanee, irritazioni, prurito, arrossamenti e una sorta di mantello bianco che può finire in pustole e scaglie cutanee.

Anche prurito quando si fa sesso e prurito quando si urina. Se non trattata, la candidosi può diffondersi allo scroto, anche se a volte se ne va via da sola senza trattamento. Infine, recenti studi sui topi indicano che il fungo che provoca il fungo che causa potrebbe penetrare nel cervello e causare alterazioni infiammatorie. con conseguente perdita di memoria.

Che trattamenti ci sono?

Sia nelle donne che negli uomini, una sostanza antimicotica è usata per combattere la candidosi. Si applica nelle donne negli ovuli intravaginali e negli uomini nell’applicazione topica di unguenti a base di queste sostanze sulle zone interessate.

Un paio di giorni di applicazione è di solito sufficiente per far scomparire i sintomi, anche se tenere presente che il fungo stesso sarà sempre presentema in popolazioni controllate dal sistema immunitario. Anche se raramente ha effetti collaterali, in alcune persone può causare perdita di appetito, vertigini, diarrea o costipazione, così come il gusto metallico in bocca.

Puo’ presentarsi senza fare sesso?

Infatti, come ha spiegato Luis nella sua mail, la candidosi genitale maschile può diventare ricorrente e persino cronica in alcune occasioni, per ragioni non legate ai rapporti, soprattutto con i rapporti vaginali. Non capita spesso, ma non e’ cosi’ spesso. ci possono essere alcune cause oggettive che incoraggiano l’emergere di popolazioni di Candida albicans nel prepuzio di individui che rimangono astinenti o che utilizzano metodi profilattici nei rapporti sessuali.

Le cause più frequenti sono le seguenti:

  • VHIGli individui che soffrono della sindrome da immunodeficienza acquisita hanno un sistema immunitario depresso e possono quindi controllare peggio le popolazioni di Candida nel glande; così, il semplice contatto con alcune parti della biancheria intima che sono state precedentemente a contatto con l’ano, può sviluppare la malattia. Naturalmente, in questi casi il sesso anale è anche un mezzo di trasmissione.

  • Malattie autoimmuniNel caso degli uomini che soffrono di malattie autoimmuni, ciò è dovuto solitamente al fatto che assumono un farmaco immunosoppressivo, che facilita tutti i tipi di infezioni, compresa la candidosi.

  • Disturbi della flora intestinaleAlcuni specialisti ritengono che alcuni squilibri nel microbiota possano favorire popolazioni di lievito nelle feci più alte del normale. Così, qualsiasi contatto della punta del pene con il tessuto che è passato attraverso l’ano, nemmeno leggermente, può produrre candidosi. Elevati eccipienti di questo lievito possono anche essere espulsi attraverso le vie urinarie, raggiungendo così il glande e infettandolo.

  • Eccessivo consumo di zuccheri raffinati: La candidosi ricorrente non è rara negli uomini diabetici perché espellono grandi quantità di zuccheri nelle urine. Poiché Cadida sp. è un lievito in fermentazione, come Saccharomyces sp., gli zuccheri delle goccioline di urina rimaste sul glande serviranno da alimento e innescheranno le loro popolazioni.

  • Depressione o stressL’eccessivo stress dovuto ad un evento lutto [lutto, divorzio, ecc.], lavoro eccessivo o grandi incertezze possono avere un impatto negativo sul sistema immunitario e facilitare la candidosi. Nelle persone con depressioni prolungate può essere ricorrente.

  • AntibioticiL’ingestione di antibiotici a causa di un’infezione batterica, soprattutto se forte, favorisce le popolazioni di altri esseri che non sono batteri, come i funghi. In questo caso, l’antibiotico può uccidere i batteri “buoni” che controllano le popolazioni di Candida sp. nel prepuzio.

Se non vuoi perderti nessuno dei nostri articoli, iscriviti alle nostre newsletter

Controlla anche

Eiaculazione precoce: disturbo psicologico o problema sociale?

Eiaculazione precoce: disturbo psicologico o problema sociale?

Chiunque potrebbe pensare che la presunta esistenza di un’eiaculazione femminile, che abbiamo chiarito in questo …

Flusso marrone: cosa dicono i colori delle secrezioni vaginali sulla nostra salute?

Flusso marrone: cosa dicono i colori delle secrezioni vaginali sulla nostra salute?

Rosana, lettrice e partner di avnotizie.it, ci scrive facendo la seguente richiesta: “Qualche settimana fa …

L'eiaculazione femminile esiste (anche se non come nei film)

L’eiaculazione femminile esiste (anche se non come nei film)

La ‘squirt’ esiste davvero o è un’invenzione provocata da quella mania di confrontare continuamente la …