Breve guida per chiarire con i programmi della lavatrice

Breve guida per chiarire con i programmi della lavatrice

Siamo il tipo di persona che si fa sopraffare dall’offerta di opzioni di lavaggio per la nostra lavatrice e la butta via nel mezzo, scegliendo solo tra acqua fredda o calda? Non siamo così rari: secondo uno studio IPSOS, l’82% della popolazione non partecipa ai programmi consigliati per il vostro apparecchio per ogni tessuto o tipo di indumento.

Distinguiamo per lo più solo tra vestiti bianchi e colorati, e se hanno bisogno di acqua calda o fredda, anche se non conosciamo molto bene le ragioni di questa decisione. Quindi, non dovrebbe essere una sorpresa che secondo lo stesso studio, Il 38% degli spagnoli confessa di aver rovinato i vestiti -per lo più rimpicciolita- nell’ultimo anno, lavandola.

E questo perché i programmi hanno un motivo per essere. O meglio due motivi: ottimizzare il lavaggio del capo e fare attenzione che questo non si rovini durante lo stesso. Affinché una volta per tutte decidiate di applicare ad ogni tipo di indumento o tessuto il lavaggio che vi corrisponde, abbiamo progettato questo breve guida all’uso della lavatrice.

I cinque parametri

Ci sono cinque parametri cose importanti che dobbiamo affrontare quando usiamo una lavatrice. I programmi standard indicati dalla vostra manopola circolare hanno già preimpostato i valori di alcuni di essi, ma molte volte permettono di modificarli. Questi parametri sono:

  1. SaponePer motivi di efficienza, i produttori consigliano il sapone in polvere per i bianchi, in quanto più aggressivo, e liquido per i colori. Ma non bisogna dimenticare che il sapone in polvere contiene perle di plastica che hanno conseguenze per l’ambiente. Quindi forse è meglio attenersi al sapone liquido. Esiste un sapone specifico per i capi delicati che possiamo utilizzare al momento, ma anche in questo caso possiamo applicare una quantità minore di sapone normale.
  2. Temperatura dell’acquaL’uso di uno smacchiatore influisce sulla capacità di rimuovere le macchie, ma può anche causare il restringimento dei tessuti. Inoltre, se non è necessario, comporta una spesa extra di energia e acqua, poiché prolunga il lavaggio. In generale, utilizzare solo per i vestiti molto sporchi e in caso di macchie isolate, possiamo applicare uno smacchiatore a secco su di esso e poi lavare con acqua fredda. Tenete presente che in estate l’acqua sarà probabilmente sopra i 30º C, quindi possiamo risparmiare sull’applicazione dell’acqua calda del programma.
  3. CaricaLa quantità di biancheria: è la quantità di biancheria che laveremo e che influenzerà il tempo di lavaggio in particolare. Maggiore è il carico, più acqua e sapone avremo bisogno di acqua e sapone e quindi più lunghi saranno il lavaggio e il risciacquo. I programmi lunghi sono per carichi lunghi. Ora, se i vestiti non sono troppo sporchi, possiamo specificare l’uso di acqua fredda. Le rondelle di solito hanno programmi specifici per carichi alti, medi e bassi.
  4. Velocità di rotazioneFilatura: la filatura ci permetterà di tirare fuori i vestiti più o meno asciutti, a seconda dei nostri interessi, modulando i giri nel controllo corrispondente. Dobbiamo tener conto del fatto che un’alta rotazione genera capi asciutti e stropicciati, quindi viene utilizzato in capi che verranno stirati. D’altra parte, una temperatura media o bassa li lascia più umidi, ma possono essere stirati più tardi e rimangono lisci, risparmiandoci la loro stiratura. Viene quindi utilizzato su capi che di solito non vengono stirati, come calze o biancheria intima. D’altra parte, una centrifuga ad alta velocità restringe alcuni tipi di tessuto. Per questo motivo i programmi per i diversi tessuti adattano la velocità di centrifugazione.
  5. PrelavaggioLa “S”: la aggiungiamo come parametro aggiuntivo, ma non è regolabile. Ad alcune persone piace applicare un prelavaggio ai loro vestiti, soprattutto se sono molto sporchi e hanno residui solidi – come nel caso dei pannolini riutilizzabili – o hanno un carico molto elevato. Tuttavia, molte lavatrici non includono questa opzione perché la forniscono nei programmi lunghi.

Un programma per ogni esigenza

In generale, i diversi programmi mostrati sulla vostra manopola circolare rispondono a diversi tessuti – il tipo è indicato sulle etichette degli indumenti -, capi e/o carichi. Ma da quando ogni produttore dà ai propri programmi nomi specifici e alcuni hanno programmi specifici, ci affideremo al tipo di lavanderia che fate di solito per spiegare i programmi più frequenti che potete utilizzare.

  • Elevati carichi di cotoneIl tessuto è il più comune e resistente e quindi vedrete che il programma proposto prevede un tempo massimo e una temperatura massima, fino a 90 º. Tuttavia, le moderne lavatrici consentono di ridurre la temperatura e il tempo di lavaggio. Tiene conto che molti capi possono presentare restringimenti, per cui è consigliabile che nel caso di camicie e maglioni si applichino basse temperature anche se i tempi sono lunghi. Si raccomanda per la biancheria e soprattutto se si tratta di lenzuola. Anche per asciugamani e accappatoi, così come la biancheria.
  • Carichi bassiGli articoli più comuni sono biancheria intima e calze, ecc. Un programma leggero di poco tempo e temperatura limitata. Ma cercate di applicare acqua ad almeno 30º se non volete lasciare macchie.
  • Carichi mistiIl carico è medio: ci sono vestiti di tessuti diversi e il carico è medio. Il programma è solitamente chiamato ‘Mix’ e applica temperature medie e tempi lunghi per non rischiare.
  • Antibatterico/antiallergicoIl programma “Wear it”: è un programma radicale per i vestiti molto sporchi, usati durante la malattia o esposti al mondo esterno. Applicare acqua calda e un lungo lavaggio.
  • SetaIl tessuto è sensibile, quindi regola la temperatura e riduce il tempo di lavaggio.
  • LingerieL’uso di un lavaggio in seta: richiede trattamenti simili a quelli della seta, anche se il lavaggio è di solito un po’ più lungo.
  • LanaLa temperatura del tessuto: di solito si riduce se si supera la temperatura o la centrifugazione, quindi è consigliabile separarlo dagli altri tessuti e utilizzare il programma specifico per esso. Se possibile, non applicare i giri al massimo.
  • SinteticiSi raccomanda l’uso di un cotone e poliestere, nylon e altre fibre sintetiche, che non assorbono tanta sporcizia. Si tratta di un programma di poco più di un’ora e a temperature tra i 40º e i 60º, a seconda del produttore. Le camicie attuali, che di solito hanno questa composizione, così come alcuni pullover, possono utilizzare questo programma.

Come lavare la lavatrice

Che ci crediate o no, anche la vostra lavatrice ha bisogno di essere lavata. Non nel suo insieme, naturalmente, ma nelle parti esterne: il tamburo, la gomma, il vassoio e il filtro. I tamburi attuali sono di solito ben tenuti, ma vale la pena assicurarsi che non ci siano monete, pezzi di carta o altri detriti che potrebbero bloccare l’ingresso e l’uscita dell’acqua, così come la feccia del sapone. Asciugarlo di tanto in tanto per controllarne lo stato non va male.

Per quanto riguarda il vassoio dove abbiamo messo il sapone, è probabilmente il punto più sporco dalla lavatrice, in quanto trattiene sempre tracce di sapone e ammorbidente che possono causare grumi. Il vassoio è di solito rimovibile e staccabile, in modo da poterlo lavare bene sotto l’acqua corrente e rimontarlo pulito dai detriti. Il filtro, che si trova all’interno, potrebbe anche aver bisogno di un bagno.

Infine, la guarnizione in gomma del portello tratterrà sempre l’acquache alla fine cresceranno alghe scure se non lo puliamo bene. Il modo migliore è quello di inserire un panno asciutto nelle sue fessure e asciugarlo. Se è sporco di alghe, possiamo usare il sapone per rimuoverlo, o anche l’aceto o la candeggina se sembra davvero sporco. Ma meno aggressivo è il prodotto che usiamo, meno lo asciugheremo e più durerà.

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter

Controlla anche

Sette menu súpersencillos di cottura per vivacizzare la seconda settimana

Sette menu súpersencillos di cottura per vivacizzare la seconda settimana

Continuiamo con la corsa dei tori tirando la creatività degli chef Branly Coy per non …

Sei pro e cinque contro dell'aspirapolvere

Sei pro e cinque contro dell’aspirapolvere

A seguito dell’articolo Tre must per entrare nella cucina del 21° secoloin cui abbiamo presentato, …

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Simona, lettore e partner di avnotizie.it, ci scrive spiegandoci il seguente problemaHo una stanza in …