Se il tuo gatto mangia felicemente tutto ciò che gli dai, che sia uno yogurt o un pezzo di pizza, sarai sorpreso di apprendere che ci sono cibi tossici. Sentiamo spesso quanto è pericoloso il cioccolato per i cani; ma poco che è anche tossico per il tuo gatto. Ci sono anche frutti pericolosi per i gatti. E non sono affatto gli unici cibi umani che non dovresti condividere con il tuo amico che fa le fusa.

Le gattine hanno una (vera) reputazione per essere mangiatori pelosi più esigenti dei cani. Questo comportamento ha una spiegazione genetica. Discendente di un cacciatore solitario, il gatto selvatico africano Felis silvestris lybica, il tuo compagno peloso non sente il bisogno (tranne in rare occasioni, e le ragioni sono diverse), di mangiare il suo cibo in una sola seduta.

Contrariamente a quanto accade con gli animali da soma, come cani e lupi, il tuo gattino non ha bisogno di deglutire per garantire la sua razione. Questo comportamento del gatto ereditato, e ancora molto marcato nei suoi geni, lo protegge. Non mangerai un nuovo cibo senza pensare– Prima lo annuserai, lo assaggerai pochissimo e assicurati che sia di tuo gradimento.

“Ulteriore, molti gatti sono neofobi del cibo, cioè, sentono il rifiuto di cibi non familiari, dal momento che normalmente mangiano la stessa dieta da quando erano giovani “, spiega Verónica Fernández, veterinaria esperta di medicina felina. Ci sono eccezioni pelose: alcuni fanno le fusa di felicità con il melone, i tuoi cereali per la colazione , o uno yogurt o un pezzo di torta.

Comunque, L’intossicazione alimentare umana nei gatti è rara; molti non sono interessati al nostro cibo come i cani. “I gatti sono animali molto più selettivi quando si tratta di mangiare, ed è più difficile per loro intossicarsi”, afferma il veterinario Pedro Mayo. Se al tuo gatto piace sfogliare la borsa della spesa o ci sono bambini a casa che potrebbero dare di nascosto un regalo al loro amico, aumenti il ​​rischio che il tuo gatto mangi qualcosa che non dovrebbe. E ricorda di risparmiare gli avanzi di cibo: meno tentazione pelosa, meglio è.

Il cioccolato non è pericoloso solo per i cani; anche per il tuo gatto. Infatti, teobromina, un alcaloide presente nel cacao, è tossico per la maggior parte degli animali. Secondo International Cat Care, organizzazione che comprende una divisione di veterinari felini ed esperti accreditati di comportamento felino, la dose letale per un gatto comune, di circa quattro chili, sarebbe di 560 grammi (g) in caso di ingestione di cioccolato puro; anche se con 140 g ci sarebbero già sintomi di avvelenamento (vomito, bere molta acqua, letargia) e il tuo gattino avrebbe bisogno di andare dal veterinario.

Fortunatamente, le circa 470 papille gustative concentrate sulla lingua della tua figa mancanza di recettori che riconoscono i dolci. Anche in questo caso, il motivo è nei loro geni: poiché il tuo gatto è un carnivoro obbligato, non ha bisogno di rilevare gli zuccheri, specialmente quelli presenti nei frutti e nelle piante. Anche per questo “i gatti prediligono alimenti con una composizione ricca di proteine ​​e grassi, come quello che la loro preda avrebbe in natura”, spiega Fernández. E tieni anche il cibo con sostanze eccitanti lontano dal tuo gattino: sia il tè che il caffè danneggiano il tuo amico. “La caffeina può causare alterazioni nel sistema nervoso centrale del gatto”, avverte Mayo. Se sospetti che il tuo gatto sia stato avvelenato, chiama il veterinario o visita la clinica il prima possibile.

Né cipolla né aglio, né altre verdure del genere PERlio, come il porro o l’erba cipollina, sono gustosi al palato del gatto. Anche così, questi cibi sono presenti negli stufati e nei pasti pronti che possono svegliare i baffi del tuo amico. E cucinarli non riduce la loro tossicità. Alcuni prodotti pericolosi includono zuppe, brodi, salse, marinate, sottaceti e la stragrande maggioranza dei cibi pronti. Sì, la tua pizza contiene anche cipolla. Quindi faresti meglio a tenerla lontana dal tuo amico.

“Come tutte le tossine, la quantità ingerita influisce notevolmente; l’aglio o il porro possono causare problemi gastrointestinali; ma se il gatto ne ingerisce abbastanza, danneggiare i globuli rossi e portare all’anemia“Mayo avverte. Un gatto con anemia avrà le mucose pallide, letargia, debolezza e urine più scure. Gli effetti compaiono sia dall’ingestione di una grande dose che dall’assunzione di piccole ma ripetute razioni. Dovresti andare presto dal veterinario: il tuo medico felino Può consigliarti che il gatto beva molta acqua, aumenta la quantità di proteine ​​nel cibo e torna in clinica se compaiono nuovi sintomi.

L’immagine idilliaca di un gatto felice che si lecca le labbra una ciotola di latte ha una trappola. “La maggior parte dei gatti, una volta raggiunta l’età adulta, perde la capacità di abbattere le molecole di lattosio, diventando intollerante al latte”, afferma Fernández. Qualche mese fa vi abbiamo già detto perché non è una buona idea dare il latte al gatto; e perché questo cibo e altri prodotti lattiero-caseari dovrebbero essere solo occasionali prelibatezze.

Le arance sono pericolose anche per i gatti in quanto contengono un composto chiamato psoralene, che è tossico. Lo stesso vale per altri agrumi, come limone, lime o pompelmo: sono tutti frutti pericolosi per il tuo amico che fa le fusa e possono causare vomito.

“L’avocado Contiene molti grassi e provoca disturbi digestivi “, osserva il veterinario. Inoltre, questo alimento contiene persina, una sostanza tossica che ha origine in un fungo, ed è velenosa per molti animali, compreso il tuo gattino.

Sebbene sia chiaro che l’alcol fa male al tuo gatto, gli incidenti accadono. Tra questi, le bevande si rovesciano sul tavolo. È pericoloso: etanolo da birra, vino e altri alcolici bloccare il normale funzionamento del sistema nervoso centrale del tuo gatto, come accade a noi: gli effetti dell’intossicazione sono abbastanza rapidi e compaiono in una o due ore. È normale che il tuo gattino vomiti, sente l’odore di alcol, soffre di diarrea o si comporta in modo eccitato.

Puoi anche vederlo disorientato o annuire; anche se questo è difficile da valutare, poiché i gatti dormono più di noi. Attenzione: etanolo È anche presente in molte delle soluzioni idroalcoliche quanto ne usiamo ora per tenere le mani pulite e prevenire la diffusione del coronavirus. Assicurati di tenere questi prodotti lontano dal tuo gatto. E se hai il minimo sospetto che il tuo amico possa aver ingerito alcol, chiama il veterinario il prima possibile.

Uva e uvetta può causare danni ai reni sul gatto. Sebbene questo avvelenamento sia più frequente nei cani, poiché il tuo compagno di cane può divorarli senza battere ciglio, colpisce anche il tuo gattino. I sintomi sono vomito, diarrea, anoressia o sangue nelle feci. Ricorda di conservare bene questi alimenti.

“Le noci, come le arachidi o le noci, possono causare insufficienza renale nei gatti, oltre a disturbi digestivi”, afferma Mayo.

Non sono tossici, ma cibi crudi csono una fonte di infezioni batteriche, come la salmonellosi; sia per i gatti che per gli esseri umani. “Inoltre, la carne cruda può essere una fonte di toxoplasma e pesce anisakis, due parassiti”, afferma il veterinario. Il pesce crudo contiene anche tiamine, che distruggono la vitamina B1 del tuo amico.

Ovviamente in questo elenco sono inclusi cibi ricchi di zucchero, sale e / o grassi, nonché cibi piccanti. Tutti loro fanno male al tuo amico.

La muffa che cresce in alcuni cibi avariati, come latticini, frutta, pane o riso, è anche tossica per i gatti (e il tuo cane). Tienilo lontano dal bidone della spazzaturae anche compost. Poiché i funghi crescono meglio in condizioni di umidità nella stagione calda, è necessaria una doppia vigilanza in estate.

Sai, la prossima volta che il tuo gatto si avvicina alla tua fetta di pizza alle cipolle con quella faccia irresistibile, sii forte. Lo so: più facile a dirsi che a farsi.

iscriviti alle nostre newsletter