10 (+1) idee per riciclare la vigilia di Natale e gli avanzi di Natale senza grandi complicazioni

10 (+1) idee per riciclare la vigilia di Natale e gli avanzi di Natale senza grandi complicazioni

Secondo l’ultimo rapporto sui rifiuti alimentari del Ministero dell’Agricoltura, della Pesca e dell’Alimentazione, i rifiuti alimentari sono aumentati dell’8,9% in Spagna nel corso del 2018Questo si può tradurre in un totale di 1.338 milioni di tonnellate di cibo gettato via, con un picco molto pronunciato proprio alla fine dell’anno, cioè durante le vacanze di Natale.

Secondo i dati dell’applicazione Too Good to Go sui rifiuti alimentari, a Natale si stima che La spesa delle famiglie spagnole sale al 20% rispetto a un mese normale e il lotto di alimentazione è quello che cresce di più, a volte triplicando. È quindi importante fare la nostra parte contro lo spreco di cibo, e il modo migliore per farlo è trovare modi semplici per dare una seconda vita agli avanzi dei pasti natalizi.

E sottolineiamo il termine “semplice”, perché certamente dopo aver cucinato per la parrocchia e il 24 e 25, ed eventualmente il 31, non è un piano per complicarsi la vita con ricette vergini; quindi proponiamo queste dieci soluzioni per avere un nuovo lotto di piatti deliziosiPotrete anche gustare un delizioso pisellino, che potrete poi mangiare sulla pista di gennaio, se lo congelerete.

Con gli antipasti

1. Pasta fresca italiana ripiena di patéLe “sobrinha”: gli avanzi di paté lasciati dai cognati e le “sobrinha” sono ideali per il ripieno della pasta fresca italiana. Potete acquistare le sfoglie di semola in negozi specializzati, infarinarle a piacere e modellarle con il delizioso pâté. Non dovete preoccuparvi che la loro ebollizione eliminerà tutti i batteri e rispetterà i sapori.

2. Fagioli alla catalana e resti del prosciuttoIl prosciutto: quei tagli di prosciutto lasciati nel piatto dei suoceri, e quel grasso scartato dalla coscia iberica, sono perfetti da abbinare a un sanguinaccio, un po’ di aglio e qualche fagiolo di media grandezza. Fate soffriggere il tutto in una casseruola o in una padella a fuoco medio, aggiungete un goccio di brandy o di sherry e lasciate evaporare. Si pepa e si rovina. Si possono anche aggiungere delle foglie di menta.

3. Un brodo con gli avanzi dell’insalata e il grasso del prosciuttoSe stiamo abbastanza attenti a non condire l’insalata nelle insalatiere, possiamo poi usare l’indivia, la cipolla e la ciliegia per bollirle insieme al grasso del prosciutto e ai resti dell’arrosto, per togliere l’anima da questi resti, che poi possiamo passare attraverso il turmix per una purea. Il brodo può servire per rinforzare un po’ di crema di carote, zucca, zucchine, ecc.

4. Banderillas ubriache con i resti di gamberi, olive e sottacetiSemplice come raccogliere gli avanzi delle concerie e dei gamberi e pungerli con bacchette o spiedini moreschi e affogarli in un generoso vino da battaglia per qualche giorno. Avremo una risorsa per il vermouth perfetto. Possiamo anche bere il liquido di governo.

Con la carne

1. Crocchette con carne in pentolaFacile, facile, ricco, ricco, ricco! Basta togliere la carne dallo stufato e la “escudella” (parte dei Països catalani), ma anche l’arrosto, l’agnello e tutto ciò che è cotto, e mescolarlo con una besciamella (la vendono già pronta). Poi impastiamo l’impasto con pangrattato, farina e uova, e lo congeliamo fino a quando non vogliamo friggerlo e mettiamo la crocchetta tra il petto e la schiena.

2. Ripieno di peperoni se avete arrostitoL’unica differenza è che al posto dello scialle useremo peperoni rossi di medie dimensioni. Cuoceremo il prodotto fino a quando non sarà morbido e lo mangeremo o lo congeleremo quando si raffredderà.

3. Vestiti vecchi con i resti dell’arrostoIl primo passo è quello di togliere la carne e metterla in un sugo con aglio, cipolla, pepe verde e pomodoro fino a quando non è pronta per essere condita con le spezie del nostro gusto. Possiamo anche aggiungere patate al forno. È delizioso con anice, pepe e cumino, stile matancer.

Con il pesce

1. Una frittata con gli avanzi di salmoneQuei tagli che mamma e papà non volevano, e che sono stati lasciati su tutti i piatti prima dell’empacho generale, ci delizieranno in una frittata flambé con calvados, o in qualche uovo assassinato.

2. Una fumetta con le ossa e i resti di orate, rane pescatrici e molluschiÈ facile come mettere tutto in una pentola con l’acqua giusta e farla bollire fino a quando l’anima non viene rimossa. Perfetto per una paella, come base per una bouillabaisse o semplicemente per riscaldare la golete accanto a un bicchiere di ribeiro alla rinfusa.

Con verdure

Una crema o una purea con carote, patate, porri, ecc.Se abbiamo fatto una ciotola, la carne in pentola vi chiederà a gran voce di macinarla, ammorbidirla con latte o brodo e spezie a piacere. Se rimane del formaggio, potete grattugiarlo sopra e aggiungere un po’ di olio piccante, per esempio con la buccia del pompelmo. Se avete la salsa di Perrins e Tabasco, potete raggiungere il culmine sperimentando.

Mance

Pezzi di gelato con torrone e briciole di marzapaneSi compra un gelato alla vaniglia o alla panna e lo si mescola bene con il torrone, soprattutto se è al cioccolato o jijona. Abbinatelo a un carajillo e a una dinamite toscana e raggiungerete l’estasi il giorno di Capodanno.

Se non volete perdervi nessuno dei nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter

Controlla anche

Sei pro e cinque contro dell'aspirapolvere

Sei pro e cinque contro dell’aspirapolvere

A seguito dell’articolo Tre must per entrare nella cucina del 21° secoloin cui abbiamo presentato, …

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Rimozione dello stampo da un muro a secco

Simona, lettore e partner di avnotizie.it, ci scrive spiegandoci il seguente problemaHo una stanza in …

Dieci vini bianchi che vi faranno riconciliare con il DO Rioja

Dieci vini bianchi che vi faranno riconciliare con il DO Rioja

Forse crediamo che la DOC Rioja non possa più sorprenderci perché è quella che abbiamo …